Tacita T-Race al debutto: una nuova proposta made in Italy nel mercato delle moto elettriche

1
500
Tacita T-Race

Tacita T-Race Il panorama delle moto elettriche italiane si arricchisce di un nuovo modello:la Tacita T-Race. Collaudata nel 2012 sulle dune del Marocco – al Merzouga Rally – ed a 2900 metri sulle impervie piste rocciose dell’Etna nel novembre scorso è prodotta dalla piemontese Tacita ed è una moto da enduro pensata per correre fuoristrada. Prossima al debutto commerciale, sarà in prova durante il T-Tour in Italia organizzato prima dell’estate.

La T-Race ha un’autonomia superiore a 100 chilometri , si ricarica in 9 ore – che scendono a 3,5 con uno speciale caricabatteria – ed è supportata da un carrello di trasporto che è anche stazione di rifornimento per le lunghe trasferte. Questo, infatti, è in grado di catturare energia solare con i suoi pannelli fotovoltaici e produrre corrente accumulandola in batterie tampone .

La nuova moto elettrica di Tacita si inserisce in un mercato per veri pionieri: poco meno di mille sono infatti le due ruote elettriche vendute in un anno nel nostro paese – come indicato dall’Ancma, l’associazione che riunisce i costruttori di cicli e motocicli – anche se in prospettiva le vendite sembrano in aumento.

Il panorama dell’attuale mercato elettrico è contraddistinto soprattutto dalla presenza di prodotti cinesi e di marchi famosi quali Peugeot, Yamaha e Sym.

Occorre comunque dire che in Italia sono gli e-scooter a presentare una maggiore potenzialità di mercato con un’offerta che comprende l’MP3 della Piaggio, versione ibrida del noto modello a tre ruote, i modelli della genovese EcoMission, quelli di Vectrix, Govecs ed Etropolis.

Tornando al mondo delle moto elettriche in Italia, la modenese eCRP propone il modello Energica che sarà commercializzato a partire dal 2014: la prima moto eCPR elettrica, la 1.4 da gara, è stata testata in pista proprio dal nostro team. In questo quadro non può mancare anche un riferimento al marchio statunitense Brammo: il suo modello Enertia Plus è stato provato anch’esso su strada da un nostro team ed è importato nel nostro paese da un’azienda del nord Italia.

A tale proposito è interessante notare come negli Stati Uniti il panorama delle moto elettriche sia molto più composito rispetto al nostro, sia per volumi che per caratteristiche dei modelli proposti, in relazione anche alle differenti norme legislative che regolano la materia nei diversi Stati (vedasi il caso della Hanebrink Hustler).

Per rimanere invece in Europa, un nuovo importante esempio è fornito dalla Spagna ed apre una finestra sul futuro delle moto elettriche: è l’Xkuty One, evidente richiamo al caro vecchio “CIAOPiaggio reinterpretato in chiave moderna ed ecologica. Resta per ora da risolvere il problema di una sua eventuale omologazione in Italia.

Un fatto comunque è certo ed alimenta ai nostri giorni il crescente interesse degli appassionati verso il mondo dei motori elettrici: nascono con sempre maggior frequenza gare internazionali di velocità off-road e su pista capaci di rappresentare una significativa vetrina per le moto elettriche e per la realtà che esse esprimono.

 

 

[AnRi]

Fonte: Corriere Motori, Tacita on YouTube,

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here