Tesla Motors, 3 anni per l’auto che si guida da sola

1
447
photo credit: kirainet via photopin cc
photo credit: kirainet via photopin cc
photo credit: kirainet via photopin cc

L’autoguida, ossia la capacità di un’automobile di pilotarsi in completa autonomia grazie a sensori e mappatura in tempo reale dello spazio circostante, è uno dei capitoli più vivi riguardanti il futuro dei trasporti civili.

Futuro prossimo, stando a quanto dichiarato da una delle personalità più influenti del panorama high tech a quattro ruote, vale a dire Elon Musk, Chief Executive Officer di Tesla Motors.

Durante il suo viaggio di presentazione della berlina elettrica di lusso Model S in Giappone, Musk ha affrontato il tema dell’autoguida con la testata Nikkei, affermando che in tre anni si avranno le prime ricadute di questa tecnologia sui modelli di serie Tesla.

Penso che le auto in grado di pilotarsi da sole inizieranno a fare capolino in 5-6 anni“, ha detto Musk, indicando poi nella Model 3, la Tesla da 30mila dollari attesa per dare continuità generazionale alla produzione della Casa, l’auto che ne vedrà i primi benefici.

In effetti il segmento di lusso di molti Marchi automobilistici vede già oggi l’integrazione di parte delle tecnologie su cui l’autoguida è basata, basti pensare al mantenimento di una velocità costante, al controllo della traiettoria in carreggiata o alla frenata automatica in caso di urto imminente.

Mercedes-Benz fa parte dei Marchi che rendono già disponibili questi optional, oggi parte dei pacchetti di sicurezza: proprio con la Casa tedesca Tesla Motors collabora per la realizzazione della Smart e della Classe B Electric Drive, fornendo motori e batterie.

Sulle Model S, auto che fanno della tecnologia e della connessione al web il proprio punto di forza, in effetti l’integrazione di tali sistemi pare una naturale conseguenza del loro status di veicoli high tech.

Appuntamento fra tre anni con la Model 3 allora, che probabilmente godrà della buona compagnia della Google Car e di quant’altro auto sono già oggi sottoposte ai test di perfezionamento dell’autoguida in contesti reali, su tutte, Nissan Leaf e Renault ZOE.

 

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: GreenCarReports

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here