Tesla sbarca in Giappone: Model S, energia solare e alleanza con Toyota

1
520
Elon Musk via Twitter
Elon Musk via Twitter
Elon Musk via Twitter

Mancava il Giappone nello scacchiere di Elon Musk, il carismatico CEO di Tesla Motors, la start up californiana che studia da grande compagnia automobilistica e che registra probabilmente uno dei più forti tassi di crescita del settore.

Lunedì 8 Settembre Musk ha tenuto una conferenza-show con la quale ha lanciato la Model S, vincente modello 100% elettrico della sua Tesla Motors, e, già che c’era, esaltato gli animi degli investitori nipponici.

Musk, già cofondatore del sistema di pagamento on line PayPal, del vettore spaziale privato SpaceX e della più grande società legata al fotovoltaico degli USA, Solar City, ha una ricetta tutta sua da proporre ai Giapponesi, fatta di energia solare ed auto elettriche.

Sono un sostenitore del solare – ha affermato Musk – e c’è abbastanza sole in Giappone per alimentarlo senza ricorrere all’energia nucleare“.

In un Paese che ha ancora fresca la memoria di Fukushima, la mossa del CEO di Tesla Motors potrebbe non rivelarsi azzardata: in fondo, nella sua idea che una nazione industrialmente tanto avanzata debba necessariamente trovare il modo di rendersi più sostenibile, c’è un fondo di verità.

È stato poi affrontato il capitolo Toyota, con la quale Tesla Motors ha un rapporto duraturo ma controverso: i Giapponesi hanno una partecipazione azionaria nella società di Palo Alto, dalla quale ha ricevuto il powertrain per il RAV4 EV che sino a pochi mesi fa era in produzione per il mercato californiano – sino a quando, appunto, la collaborazione è terminata.

Toyota oggi ha dichiarato amore per l’idrogeno e si appresta a lanciare la prima auto di questo tipo sui mercati di tutti il mondo e Tesla ha portato la Model S in terra nipponica: malgrado l’apparente divergenza strategica tra le due aziende, Musk ha dichiarato che non si stupirebbe se nel giro di un paio d’anni circolasse un nuovo modello elettrico prodotto in sinergia dalle due aziende.

Insomma, Tesla pensa in grande per il futuro: d’altronde Musk è finito pure sotto la lente critica dei Simpson, il dissacrante cartoon a stelle e strisce.

Per finire, il vulcanico patron di Tesla ha persino preso parte ad un gioco giapponese; come lui stesso ha twittato, non ha capito cosa sia successo esattamente ma si è divertito. Ah, se si è divertito.

 

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: TransportEvolved

 

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here