Toyota Auris alla conquista dell’Italia

1
557

La nuova ibrida di casa Toyota è stata lanciata in Italia questo gennaio e già sta facendo parlare positivamente di sé.

Preannunciata come una delle più risparmiose della sua categoria attira la clientela italiana, come dimostrano le prime cifre relative alle vetture vendute all’apertura degli showroom: mille le Auris ibride che hanno già trovato padrone.

La forza del fenomeno deriva evidentemente da una serie di congiunture positive: la gente è alla ricerca di vetture dal prezzo “umano” che si rivelino fortemente sostenibili anche durante il loro ciclo futuro di vita, che rientrino nei sempre più rigidi parametri di emissività inquinante e che, in conseguenza, incontrino il favore degli incentivi statali e locali.

Il mercato delle ibride rappresenta sempre più spesso la soluzione a tutte queste richieste: le prestazioni delle auto sono conformi alle aspettative dei guidatori, i consumi bassi e la prospettiva di vita e di costi di mantenimento altrettanto.

La Auris, ad esempio, ha un prezzo allineato a quello della sua gemella diesel – in Francia, stando a quanto scritto sul magazine L’Automobile, a parità di allestimenti è fin più conveniente – ed emissioni contenute pari a 87 g/km di CO2, con l’azzeramento dei livelli di NOx e Particolato, il che apre le porte degli incentivi agli acquirenti italiani ma non solo; se bollo ed assicurazione sono scontate, ci sono, dietro la porta, anche permessi per parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu e per accedere alle aree a traffico limitato: tutti privilegi che invogliano a compiere la scelta di passare all’ibrido.

Dulcis in fundo, la Auris mantiene uno dei valori residui nel tempo tra i più quotati del mercato.

Bisogna poi notare che Toyota ha mantenuto intatte le caratteristiche interne della sua vettura rispetto ai modelli benzina e diesel, posizionando oculatamente batterie e motore elettrico in modo da non sottrarre agio ad abitacolo e vano di carico posteriore.

Auto dalle prestazioni competitive con le sue sorelle a combustione, particolarmente apprezzabile in autostrada ed adattissima ad un tranquilla guida cittadina, per la quale garantisce bassi costi per i consumi, è stata sviluppata appositamente per il mercato europeo ed è prodotta dal distaccamento inglese di Toyota Motor Manufacturing.

 

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here