Una battaglia legale per portare le e-bike sul’Isola di Man

0
598
Castle of Refuge in Douglas Bay, Isle of Man - photo credit: neilalderney123 via photopin cc
Castle of Refuge in Douglas Bay, Isle of Man - photo credit: neilalderney123 via photopin cc
Castle of Refuge in Douglas Bay, Isle of Man – photo credit: neilalderney123 via photopin cc

Tutto è partito dall’iniziativa di un tour operator: usare le e-bike per visitare la famosa Isola di Man, località turistica tra le più gettonate della Gran Bretagna, sarebbe molto conveniente, per l’ambiente come per il portafogli.

Sino all’inizio di quest’anno non sarebbe però stato possibile: la legislazione britannica riguardo alle bici a pedalata assistita era infatti particolarmente restrittiva nei confronti di questi veicoli, limitandone potenza e velocità massima più che nel resto d’Europa.

Richard Cuthbert, l’operatore turistico in questione, l’ha però avuta vinta: dopo la sua richiesta di modifica dell’attuale legislazione sulle due ruote avvenuta nel Dicembre 2013, a fine Gennaio il governo britannico ha garantito che le e-bike, anche in Inghilterra, potranno raggiungere i 25 km/h di velocità ed avere una potenza compresa fra i 200 ed i 250 W.

Le nuove regole sono state anche rese pubbliche sul web, mentre gli esperti di Sua Maestà sono ancora all’opera per valutarne la bontà, difficile da mettere in discussione dato che non si tratta altro che di un adeguamento ai codici in uso nella Comunità europea.

Il fatto sorprendente è che il governo britannico abbia così rapidamente accolto le rimostranze di un suo cittadino, modificando a tempo di record il testo: per David Cretney, ministro delle infrastrutture al momento dell’esposto, il connubio turismo ed ambiente non poteva essere trascurato.

La risorsa turistica è infatti vitale per l’economia dell’Isola di Man e la salvaguardia dell’ambiente ne è il motore principale. Inoltre, la nuova forma di cicloturismo a pedalata assistita è particolarmente ben vista come forma di promozione della mobilità pulita.

Adesso Cuthbert è pronto a lanciare il suo progetto di visite in sella alle e-bike: le bici saranno fornite da Pedego ed i tour guidati partiranno dal Douglas Sea Terminal; i conti spicci fatti dall’operatore turistico preventivano un risparmio notevole, considerando che lui stesso, per coprire gli 8 km che lo separano quotidianamente dal lavoro, sta risparmiando £1400 (1730 euro) l’anno sui carburanti.

 

Andrea Lombardo

Fonte: PedegoIsleOfManBikeBiz

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here