Una super e-car cinese ibrida plug-in tra i protagonisti del nuovo film Transformers: Age of Extinction

0
522
photo credit: Inhabitat via photopin cc
photo credit: Inhabitat via photopin cc

Se sarà dalla parte dei buoni o dei cattivi non si sa e tantomeno se effettivamente sarà uno dei robot umanoidi che popolano la saga dei Transformers o solo una delle fantastiche auto che sfrecceranno nella pellicola in uscita nel 2014 nelle sale cinematografiche: si sa però che la Trumpchi E-Jet, ibrida elettrica plug-in cinese farà parte del cast.

La soffiata è giunta all’agenzia Reuters da fonti anonime vicine alla Guangzhou Automobile Group Co Ltd (GAC), industria a partecipazione statale proprietaria del marchio Trumpchi: il quarto episodio della saga, “Transformers: Age of Extinction”, ha scritturato anche la super e-car cinese che venne presentata come prototipo da GAC al Detroit Auto Show dello scorso gennaio.

La mossa, non confermata al momento né dalla Paramount Pictures né dal suo partner asiatico China Movie Channel, ha chiaramente molteplici significati, primo fra tutti quello di affermare l’immagine delle auto made in China su di un livello alto agli occhi dei pubblici occidentali.

Il film, prodotto da Lorenzo di Bonaventura, contiene un mix di ingredienti che, commercialmente parlando, sono ideali per lanciare l’auto elettrica cinese nell’immaginario delle supercar cinematografiche: le riprese sono state effettuate in parte negli States ed in parte in Cina, mentre nel cast “umano” della pellicola figura il cantante-attore cinese Han Geng, al debutto in una produzione di lingua inglese. Lo stesso Bonaventura ha affermato che “le più eccitanti e fascinose auto del mondo appariranno nel film, compresi veicoli cinesi, così, che tu sia un maniaco delle quattro ruote o no, sarà comunque una festa per gli occhi”.

Aggiungiamo a ciò che la Cina ha recentemente aperto ulteriormente ai film americani, diventando il primo mercato internazionale per Hollywood (cresciuto in un anno del 36%) e che il terzo film dei Transformers, “Dark of the Moon” (2011) ha riscosso incassi nel Paese asiatico per 165 milioni di dollari.

Pertanto le aspettative sul nuovo episodio sono alle stelle e GAC non vuole lasciarsi sfuggire una così notevole vetrina, in grado di mettere sullo stesso livello la E-Jet con vetture del calibro della Chevrolet Camaro, protagonista – tra i buoni – del precedente film. La stessa Chevrolet è intenzionata a replicare la propria presenza sul set data la spinta positiva nelle vendite che Transformers 3 ebbe sulla Camaro.

La Guangzhou Automobile Group vuole giocarsi la carta della presentazione nelle sale cinematografiche internazionali per allargare il proprio export, attualmente ai minimi termini al contrario delle vendite in patria: la società, partner locale di Fiat, Honda, Toyota e Mitsubishi, punta però ai mercati emergenti dell’area asiatica e vuole sviluppare vetture elettriche per il crescente scenario degli Stati Uniti.

La Trumpchi E-Jet al momento è stata presentata solo come prototipo ibrido elettrico plug-in, senza indicazioni riguardo ad un’eventuale commercializzazione; tutto l’automobilismo cinese è però chiaramente rivolto alla penetrazione sui mercati occidentali, spesso con offerte di mobilità alternativa, come Geely Automobile Holdings Ltd, Beijing Automobile Group e BYD – partecipata dall’investitore americano Warren Buffet – fanno insistentemente.

Proprio BYD ha da pochissimo annunciato di voler presentare una sua super car ibrida plug-in: chissà se nei prossimi anni il mercato si popolerà di sportive e-car dagli occhi a mandorla?

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: Reuters

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here