Vacanze in costa Azzurra: SNCF Auto-Train non fa pagare il trasporto alle Nissan Leaf elettriche

0
312
photo credit: Jonathan d[-_-]b via photopin cc
photo credit: Jonathan d[-_-]b via photopin cc
Raggiungere la mondana riviera francese partendo da Parigi in auto elettrica può essere ancora un problema per quei Francesi che volessero andarvi in vacanza senza rinunciare alle zero emissioni. Ma da giugno è valido l’accordo tra Nissan e le ferrovie transalpine (SNCF) per far viaggiare le Leaf gratis: in questo modo chi possiede l’auto elettrica giapponese può non preoccuparsi dell’autonomia e della roulette dei punti di ricarica lungo il tragitto ma farsi portare la vettura direttamente alla destinazione del proprio viaggio.

In questo caso Nizza: il collegamento avviene infatti sull’asse Parigi-Nizza, con partenza (e pieno di energia gentilmente offerto da Nissan) dalla stazione di Bercy e trasbordo tramite convoglio notturno.

I proprietari di Nissan Leaf, oltre al trasporto gratuito sia all’andata che al ritorno della vettura e la possibilità di avere una ricarica prima dei viaggi, può accedere a qualsiasi altro servizio di SNCF con il 30% di sconto: può, ad esempio, pagare 235 euro scontati il biglietto Nizza-Parigi a bordo di un TGV (il treno ad alta velocità francese) per tutta la famiglia.

Secondo le due società, Nissan e SNCF, lo stesso viaggio a bordo di una station wagon diesel costerebbe tra i 200 ed i 350 euro più 150 euro di pedaggi, senza contare le 9 ore necessarie per coprire la distanza fra la capitale e la città costiera.

Si tratta di un risparmio in termini di stress al volante e non semplicemente economico: una volta giunti a destinazione, sia che si viaggi contemporaneamente all’auto in notturna, sia che si scelga un TGV diurno, si ritrova nel giro di qualche ora la propria Leaf.

A quel punto ci si può godere il sud della Francia: lì è infatti presente un network di 10 stazioni di ricarica rapida, altre ve ne sono presso i concessionari Nissan e nelle città di St.Remy de Provence ed Avignone. Anche l’Autoroute, l’autostrada, A8 ha una colonnina di ricarica in ogni stazione di rifornimento AVIA.

Ad ogni viaggio, poi, la Leaf ha diritto ad un pieno di energia gratuito tramite i punti di rifornimento rapido installati da Nissan (40 in Francia, 400 in tutta Europa: il primo Italiano è stato impiantato in una stazione di servizio vicino a Varese).

Ma ciò che è realmente interessante è che questo progetto potrebbe essere esteso a tutt’Europa: se i manager di SNCF ricordano che Auto-Train è un servizio che collega molte destinazioni in Francia e non (oltre a Parigi e Nizza si contano Ginevra, Avignone, Biarritz, Marsiglia, Tarbes, Narbonne, St.Raphael, Tolone, Tolosa, Alessandria, Livorno, Dusseldorf ed Hertogenbosch, nei Paesi Bassi), quelli di Nissan pensano già alla prospettiva di offrire vacanze a zero emissioni senza confini per tutti coloro posseggano una Leaf.

Sviluppando una rete pan-europea di ricarica rapida nelle principali località e capitali sarebbe da subito possibile permettere a chi ha un veicolo elettrico di visitarle in autonomia, risparmiando e non preoccupandosi dei limiti di percorrenza imposti dal mezzo.

Si tratterebbe, inoltre, di una forma di promozione turistica di sicuro impatto nonché uno spot per la mobilità elettrica: se risparmi rispetto alla benzina, paghi meno tasse, puoi circolare dove i motori a combustione non possono e puoi perfino andare in vacanza molto più lontano di quanto pensassi (anche con lo sconto), l’auto elettrica non la ferma più nessuno.

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: Nissan Europe & SNCF, AutoblogGreen

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here