Volkswagen darà la scossa al Salone dell’Automobile di Francoforte 2013 con e-Golf ed e-Up!

5
677

Ci siamo, anche Volkswagen punta forte sull’elettrico e si appresta a dare una connotazione tutta a zero emissioni al suo stand al prossimo Salone dell’Auto di Francoforte in programma dal 12 al 22 settembre.

Le sorprese, sebbene già note a chi ci segue da tempo, saranno ben due: la e-Golf, versione elettrica del modello simbolo del Marchio tedesco, e la e-Up!, citycar per eccellenza già proposta sul nostro mercato con alimentazioni ecologiche.

La e-Golf è un prototipo che già da alcuni saloni internazionale dell’automobile fa bella mostra di sé senza però esplicitare un preciso ingresso sui mercati: 115 cv ed una coppia di 270 Nm sono il biglietto da visita della Golf elettrica, in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 10.4 secondi per una velocità massima (limitata elettronicamente) di 140 km/h.

La batteria della e-Golf supporta il motore con 24.4 kWh, garantendole circa 190 km di autonomia mentre la più leggera e-Up! monta una batteria da 18.7 kWh e gode di un’autonomia teorica di 160 km. In rapporto ai pesi delle due vetture, però, Volkswagen assicura che l’efficienza energetica sia ottima: la e-Up! percorre 100 km con 11.7 kWh, mentre la e-Golf, più pesante, li copre consumando soli 12.7 kWh.

La Casa tedesca, traducendo i consumi in termini di costi (in base al prezzo dell’elettricità in Germania di 0.258 €/kWh), punta a rendere tangibile il risparmio che si ottiene usando le auto elettriche: 100 km in e-Golf costano 3 Euro e 30 centesimi, in e-Up! 3 Euro e 2 centesimi.

La e-Up!, che usa un motore elettrico da 82 cv e 210 Nm di coppia (accelerazione 0-100 km/h in 12.4 secondi, velocità massima 130 km/h), era già stata annunciata in arrivo sul mercato per l’anno prossimo come prima auto di serie elettrica marchiata Volkswagen, che ci tiene particolarmente a precisare lo sviluppo interno dei motori elettrici e delle componenti meccaniche di queste auto, batterie comprese.

Gli equipaggiamenti delle due vetture sono per il resto gli stessi delle Golf e Up! convenzionali, diverse invece sono le impostazioni di guida, settabili secondo due modalità (Eco ed Eco+) e quattro livelli di recupero dell’energia in frenata (D1, D2, D3 e B).

Nei prossimi mesi speriamo che sia anche stabilita una data per l’entrata in produzione di queste due nuove alternative per l’elettromobilità da parte di una delle Case automobilistiche più consolidate nell’immaginario collettivo, senza dimenticare il particolare favore del governo tedesco riguardo alle auto elettriche.

 

Andrea Lombardo

Fonte: Volkswagen Italia

5 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here