Volvo XC90, il SUV elettrico per competere con Audi e Tesla Motors

0
713
Volvo XC90 Concept
Volvo XC90 Concept
Volvo XC90 Concept

Il nuovo Volvo XC90 avrà molto a che vedere con l’elettricità: oltre alla versione a combustione ne seguiranno infatti ben due elettrificate.

La prima, annunciata mesi fa dalla stessa Volvo, sarà ibrida plug-in, ossia con doppio propulsore benzina (anteriore) ed elettrico (posteriore) ed un’autonomia estesa rispetto alle normali ibride grazie alla batteria ricaricabile via cavo.

La seconda, trapelata da un’indiscrezione raccolta dalla testata britannica Autocar, sarà invece a trazione solamente elettrica.

Ipotesi irreale? Osservando attentamente cosa hanno in programma di fare i diretti concorrenti del marchio scandinavo, non sembra proprio.

Audi ha infatti lanciato a più riprese l’idea che il segmento dal quale si aspetta le maggiori prospettive di sviluppo è quello delle vetture premium (vocabolo abusato con il quale si vogliono designare le auto di fascia altolocata) a propulsione elettrica, totale o parziale.

I suoi stessi dirigenti in capo hanno affermato che gli investimenti di Audi si concentreranno sul lusso a zero emissioni, come a dire che, per scommettere sul sicuro, punteranno sul binomio avanguardia tecnologica-comfort di prima classe.

Il risultato sarà il non ancora nominato ufficialmente ma già presentato come prototipo SUV elettrico “Q8” e-tron, probabilmente in arrivo entro il 2016-17.

Tesla Motors, invece, ha già rinviato una volta il lancio del Model X, altro gigante che unisce zero emissioni e design di pregio (le portiere ad ala di gabbiano la dicono lunga): secondo step di una crescita che dovrebbe condurre l’azienda californiana verso la produzione di una terza generazione di veicoli finalmente “di massa”, è atteso sui mercati tra circa un anno.

Alla finestra vi è poi Infiniti, marchio di lusso della consorella Nissan, che tiene nei cassetti il suo primo modello all electric in attesa che la domanda cresca ancora.

Presumibilmente, prima di lanciare il suo XC90 in versione solo elettrica, anche Volvo attenderà che le concorrenti escano allo scoperto, facendo da apripista: a quel punto non vorrà però rimanere indietro.

Qualcosa di simile sta già oggi accadendo con i SUV ibridi plug-in: Mitsubishi ha scommesso forte sul suo Outlander PHEV e, in quei Paesi dove la mobilità elettrica è maggiormente sponsorizzata (vedi Nord Europa in genere), il mercato le sta dando ragione. Non è quindi un caso che Porsche prepari sia un Cayenne che un Macan ibridi con la spina, che Volkswagen abbia già prototipato una simile versione del CrossBlue e che BMW stia testando su strada i primi X5 eDrive.

Entro un paio d’anni il segmento dei SUV potrebbe quindi essere protagonista del mercato elettrico dell’automobile, il che risulta coerente con le esigenze di un’industria che vuole continuare ad offrire potenza e comfort ma che sarà sempre più costretta a ridurre le emissioni in g di CO2/km dei suoi prodotti.

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: Autocar

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here