Continuano sul mercato delle due ruote i movimenti societari che attraverso acquisizioni e concentrazioni di aziende o marchi, stanno modificando la geografia dei player nel settore delle bici a pedalata assistita.

Ultima operazione in ordine di tempo è quella appena annunciata da Five, Fabbrica Italiana Veicoli Elettrici, start up innovativa del gruppo Termal, che acquisisce il marchio Italwin, leader nel mercato delle bici a pedalata assistita, e lo affianca agli altri due marchi proprietari: Wayel e Hinergybikes.

Nel comunicato stampa appena diffuso si legge che ITALWIN operante nel mercato della mobilità elettrica leggera fin dal 2003 ha ceduto i diritti del proprio marchio e focalizzerà le proprie attività sul progetto CARGO e Street Food con modelli elettrici dedicati, e sulla realizzazione del primo centro di assistenza tecnica nazionale per bici elettriche.

FIVE dopo aver terminato il nuovo avveniristico stabilimento produttivo di Bologna, il primo in Europa autosufficiente per comfort abitativo e produzione caratteristica, con il solo apporto di energie rinnovabili, si avvia sulla strada del consolidamento delle attività commerciali.

FIVE tramite la controllata WAYELSTORE distribuisce i propri prodotti bici e ciclomotori elettrici sia presso i rivenditori motociclo che tramite la catena dei negozi monomarca di proprietà e in franchising, oggi presenti in Italia in 15 città.

FIVE con l’avvio produttivo del nuovo stabilimento avente una capacità a regime di 35.000 unità/anno completa il proprio processo di backshoring che lo aveva portato alla attenzione delle cronache nazionali.

Il marchio Italwin continuerà ad essere presente principalmente sulla rete distributiva specializzata nel segmento ciclo tramite una rete agenziale dedicata e godrà di un forte ampliamento della gamma.

La nuova operatività di FIVE con il marchio ITALWIN comincerà il primo settembre 2016 e sarà l’evento centrale di Cosmobike a Verona dal 16 al 19 settembre.

Con l’acquisizione del marchio ITALWIN il gruppo Termal, già fra i primi players nel settore della climatizzazione con i prodotti MITSUBISHI HEAVY INDUSTRIES e HOKKAIDO, intende rafforzarsi nel mercato della mobilità elettrica leggera per competere per la leadership in un settore che ha grandi potenzialità di sviluppo.

Ricordiamo che Wayel ha da pochi anni riportato la sua produzione di bici elettriche dalla Cina in Italia, ponendosi come positivo esempio di delocalizzazione al contrario, sia per meglio servire i mercati europei della bici a pedalata assistita sia per beneficiare della possibilità di ricerca con l’Università di Bologna.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here