E-bike per tutti: dai nostri test un consiglio per scegliere il modello giusto

0
3707

Solo pochi anni fa la scelta di una bici a pedalata assistita avrebbe avuto come oggetto pochi modelli, tutti abbastanza simili nel riproporre l’applicazione di un motore elettrico a una normalissima bicicletta. Oggi non solo l’offerta si è moltiplicata ma è anche frutto di progettazioni specifiche che propongono caratteristiche sempre più differenziate, come appare dai test che Veicoli Elettrici conduce costantemente.

 

Un’occasione per renderci conto di quanto il mondo delle e-bike sia cambiato è rappresentato dai numerosi e continui test che la nostra rivista effettua e, numero dopo numero, propone ai suoi lettori. Non solo i competitor e i modelli presenti sul mercato negli ultimi due anni sono aumentati grandemente ma, so- prattutto, oggi siamo in presenza di un’offerta articolata e differenziata. Alla semplice bici da città si è ormai sostituito un prodotto decisamente più sofisticato sia per la concezione tecnica (gruppo motore, elettronica di controllo e batterie) sia per la destinazione d’uso che per l’estetica. La tecnica ed, in qualche misura, il marketing hanno di fatto creato all’interno dello stesso segmento tipologie di prodotto sostanzialmente diverse in riferimento alle esigenze che si propongono di soddisfare e ai caratteri della clientela a cui si rivolgono. In pratica, un po’ come avviene nel mondo delle auto, anche per le bici a pedalata assistita possiamo ora spaziare da prodotti che puntano molto sul design a quelli che eccellono in grinta e potenza, dai mezzi nati per la città a quelli che si adattano meglio ai percorsi sterrati e di montagna, dai modelli più economici a quelli il cui prezzo vale l’acquisto di un motorino.

Per darvene un esempio abbiamo ripreso le prove di prodotto e le analisi da noi effettuate nel passato più recente e, senza avere la pretesa di stilare classifiche, sulla base delle indicazioni dei nostri tester, creiamo il profilo d’utenza più adatto. […]

Per continuare a leggere gratuitamente l’articolo, clicca qui.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here