APPLICATIVO ZCS

Il robot rasaerba Ambrogio “avanza” verso il futuro!

3271
Overview della gamma 2014 dei nuovi modelli del robot rasaerba Ambrogio
Overview della gamma 2014 dei nuovi modelli del robot rasaerba Ambrogio

La Zucchetti Centro Sistemi si è trasformata negli anni da microimpresa familiare specializzata in software in una realtà manageriale di respiro internazionale. Oggi il core business aziendale si è spostato dall’informatica alla robotica, anche grazie al successo ormai consolidato del robot rasaerba Ambrogio

 

La Zucchetti Centro Sistemi

Zucchetti Centro Sistemi nasce nel 1985 da un’iniziativa imprenditoriale di Fabrizio Bernini, oggi Amministratore Delegato dell’azienda. Grazie alle buone capacità dell’imprenditore di cogliere in anticipo i segnali di cambiamento nelle esigenze del mercato, la società ha raggiunto negli anni una posizione di eccellenza diventando leader nel settore dell’informatica e della robotica grazie ai grandi investimenti in tecnologia, sviluppo applicativo e risorse umane. La costante attenzione all’innovazione di processo e all’ampliamento delle gamma prodotti, hanno permesso una forte diversificazione del business attualmente articolato in quattro unità distinte:

• Software Division (14% fatturato complessivo 2012) -> da oltre 20 anni crea software per il mercato italiano, rispondendo alle esigenze gestionali dalla piccola alla grande azienda, e ad oggi conta più di 1500 applicazioni;

• Healthcare Division (5% fatturato 2012) -> sviluppa prodotti gestionali personalizzati secondo le particolari esigenze delle aziende sanitarie (pubbliche e private);

• Automation Division (8% fatturato 2012) -> produce sistemi per la gestione automatizzata dei flussi di lavoro nel settore industriale, logistico, hospitality, lavanderie, ospedaliero;

• Robotic Division (73% fatturato 2012) -> la principale business unit, progetta, produce e commercializza robot di varie tipologie dai tagliaerba automatici alle mangiatoie robotizzate per animali. Dal 2000 ha distribuito oltre 200.000 modelli in oltre 30 paesi, conquistando una quota di mercato del 30% del mercato ponendosi come leader del settore grazie alla completezza della propria gamma dei prodotti.

 

Un meeting “in campo aperto”…là dove Ambrogio la fa da padrone!

I motivi della crescita aziendale sono senz’altro legati al successo di Ambrogio, attualmente l’unico robot rasaerba al mondo che presenta una gamma completa per ogni esigenza di giardino.

A darne prova è il suo utilizzo all’interno del bellissimo Resort La Bagnaia, a pochi chilometri da Siena: oltre 1.000 ettari di area verde nel cuore della Toscana, al cui interno le performance tecniche di Ambrogio trovano piena espressione grazie alle diverse conformazioni di giardino tipiche di uno dei parchi golf più prestigiosi del circuito internazionale.

Proprio per questo ZCS ha scelto il Resort La Bagnaia come location per il VII Meeting Internazionale della divisione ZCS Robotica a cui sono intervenuti partner provenienti dai paesi UE, ma anche dalla Svizzera, Turchia, Albania, Russia e Stati Uniti: una due giorni di confronto professionale e aggiornamento tecnico sulla novità rivoluzionarie da un punto di vista tecnologico che interesseranno la gamma 2014 dei nuovi modelli Ambrogio.

Non accettiamo il confronto con i prodotti scadenti, ripudiamo la concorrenza sleale sui prezzi; vogliamo continuare a fare quello per cui siamo capaci e ci ha permesso di diventare una delle aziende leader del settore: creare prodotti innovativi e performanti”, dichiara Fabrizio Bernini presidente della Zucchetti Centro Sistemi, “Grandi idee, enormi sforzi progettuali, molte risorse umane e finanziarie impiegate nella realizzazione di prodotti nuovi, tecnicamente performanti e altamente innovativi. Dobbiamo creare valore, ottenere un vantaggio competitivo rispetto alla concorrenza. Innovare senza trascurare il dettaglio di ciò che abbiamo realizzato”.

 

L’innovazione come spinta propulsiva per crescere e competere sui mercati internazionali

Il 2014 sarà per Ambrogio l’anno della stabilizzazione della gamma: 17 modelli sul mercato in grado di soddisfare qualsiasi esigenza di giardino, coprendo aree da 400 fino a 30.000 mq.

Ma non mancheranno nemmeno alcune importanti novità!

La principale sarà rappresentata dal modello L30, che entrerà anche sul mercato della grande distribuzione con il nome di Alex. Il nuovo robot sarà rivolto al grande pubblico, quello che ancora non ha lasciato il rasaerba tradizionale. La L30 mostrerà come il robot consente di ottenere dei tappeti erbosi eccellenti: taglio frequentissimo e randomizzato, risparmio di tempo e di denaro, riduzione consumi idrici, riduzione crescita delle infestanti, ottimo risultato estetico non ottenibile con il taglio tradizionale, mantenimento dell’altezza desiderata del manto erboso per tutto l’anno, capacità di lavorare di giorno e di notte, anche con la pioggia, gestione degli ostacoli. La macchina lavorerà su aree fino a 500 mq (fino a 1.100 mq per i modelli superiore), gestirà pendenze fino al 45%, si ricaricherà in modo automatico, dotata di un display intuitivo, facile manutenzione, silenziosa e assolutamente sicura grazie ai manici di sollevamento e soprattutto alla nuovissima e rivoluzionaria “lama sicura”.

La tecnologia ZCS ha infatti ideato e brevettato una lama speciale, per la prima volta sui modelli L30 e Alex. La nuova lama è in grado di tagliare l’erba, e più in generale qualsiasi materiale che si fletta, risultando innocuo i materiali rigidi o semirigidi. Nessun pericolo quindi per l’uomo o per gli animali: una garanzia per la sicurezza.

Altra novità sarà lo sviluppo della nuova L400 Elite, ultimo gioiello tecnico a completamento della gamma dei prodotti Ambrogio, progettato per coprire in minor tempo possibile le grandi aree (fino ai 30.000 mq di prato come parchi, campi da golf o da calcio). Sarà dotata di Touchscreen and remote console Bluetooth, Gps, SMS per Monitoraggio e Alert, sensore pioggia, ruote brevettate per consentire una perfetta aderenza al terreno sia secco che umido, bracci basculanti, sistema di navigazione innovativo “cube system” caratterizzato dal giroscopio, magnetometro e accelerometro, che permettono al robot di lavorare con estrema precisione.

Sempre nel 2014 arriverà anche una ulteriore novità tecnologica: una App, disponibile per Android ed Apple in grado di collegarsi al robot, consentirà la guida del robot, l’aggiornamento del software e la configurazione delle impostazioni di funzionamento. Quindi grande performance tecniche, insieme ad un design di classe e di alta qualità che confermano lo stile Made in Italy.

 

Soluzioni meccatroniche al servizio del cliente

L’offerta della divisione ZCS Robotica non si esaurisce nel robot rasaerba Ambrogio, ma si completa con ulteriori soluzioni meccatroniche al servizio del cliente.

E’ il caso di NEMOH2O, il robot acquatico per la pulizia delle piscine: a differenza dei prodotti già presenti sul mercato, NEMOH2O è in grado di arrampicarsi sulle superfici verticali e si autogestisce andando a ricaricarsi nella base posizionata in acqua quando necessario. La sua peculiarità consiste nello “agitare le acque” e lo sporco presente con il suo movimento perpetuo e le sue turbine, stimolando la funzionalità dei filtri già presenti in ogni piscina.

In ambito domotica, nel corso del prossimo biennio la divisione ZCS Robotica ravviverà la propria presenza puntando nuovamente e con maggiore forza ed esperienza rispetto al passato ai robot per la casa e la pulizia domestica: l’obiettivo dichiarato è quello di realizzare oggetti utili ed efficaci che garantiscano ottimi risultati di pulizia.

All’evoluzione tecnologica si affianca l’attenzione estrema alla qualità. Per proseguire nel continuo miglioramento funzionale dei prodotti già presenti sul mercato e spingere sull’acceleratore dell’innovazione, la divisione ZCS Robotica ha previsto la realizzazione di “Test-Centers” ovvero centri specializzati per la prova e la messa a punto delle proprie macchine.

E a breve avrà avvio anche il progetto “Robot-Store”: con questo nome nasceranno i futuri negozi della robotica attraverso cui la Zucchetti Centro Sistemi vuole innovare la modalità di presentazione dei propri prodotti sul mercato. Una vera e propria vetrina il cui focus sarà rivolto alla gamma dei prodotti della divisione ZCS Robotica, non più solo specializzati al giardinaggio ma anche alla piscina e alla casa: soluzioni meccatroniche a 360°.

 

I cardini di una filosofia aziendale vincente

La Zucchetti Centro Sistemi è stata protagonista di una forte crescita, passando negli ultimi anni da un fatturato di 8 milioni Euro ad uno stimato di oltre 50 milioni di euro del 2013 con una crescita prevedibile intorno al 15% rispetto all’anno precedente. Insieme ai numeri del fatturato sono cresciuti anche i numeri dei dipendenti e collaboratori che ad oggi ammontano a circa 200 persone. Vera forza motrice dell’azienda è il settore di ricerca e sviluppo chiamato “Il Laboratorio delle Idee” dove vengono sviluppati progetti hardware, software e meccanici per la realizzazione di prototipi destinati alle varie Business Unit.

Numerosi i riconoscimenti ricevuti nel corso degli ultimi anni proprio grazie all’attività di innovazione tecnologica: uno per tutti nel 2010 il Premio dei Premi per l’Innovazione, organizzato da Confindustria in collaborazione con l’Associazione Premio Qualità Italia, attribuito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il punto focale nella gestione della Zucchetti Centro Sistemi risiede nella comprensione dei bisogni latenti del mutante mercato, nell’intuizione di nuove esigenze che faccia maturare il coraggio di pensare e realizzare un prodotto finora inesistente ma che potrebbe rappresentare una soluzione per agevolare e semplificare la quotidianità del cliente”, conclude Fabrizio Bernini presidente ZCS, “Per queste ragioni la storia, la realtà e la cultura aziendale sono tutte rivolte all’innovazione come imperativo”.

 

Saverio Zitti

1 COMMENT

  1. desidero conoscere i dai tecnici del vs tagliaeba alex e se c’e qualche dimostrazione sul suo utilizzo nella zona torinese.
    rispondere al mio sito e-mail

Comments are closed.