Incendio Tesla sotto indagine NHTSA, la Model S esce bene da un altro incidente

1
3075
Tesla Model S incidente - photo credit: jdovi via Treehugger
Tesla Model S incidente – photo credit: jdovi via Treehugger

Sulla vicenda del rogo di una Model S la National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) vuole vederci chiaro: gi esperti dell’ente per la sicurezza dei trasporti a stelle e strisce stanno collezionando dati relativi all’accaduto dialogando direttamente con Tesla Motors.

L’NHTSA non si era mossa prima per via del parziale shutdown vissuto dagli Stati Uniti, a causa del quale molte risorse umane erano indisponibili: ora raccoglierà informazioni sul perché e come l’oggetto metallico investito dalla Tesla S nel Kent (Stato di Washington, 30 km circa a sud di Seattle) ne abbia provocato l’incendio. In seguito verrà deciso se disporre un’indagine ufficiale.

Nel frattempo, un’altra storia sta facendo il giro del web negli USA: questa volta un cliente Tesla spezza una lancia in favore della casa automobilistica dopo essere uscito illeso da uno scontro di entità piuttosto grave con la sua Model S.

L’incidente è descritto in un post sul forum ufficiale Tesla Motors Club dallo stesso proprietario dell’auto: “Ieri ho avuto un terribile incidente con la mia adorata Model S. Sono stato colpito da un guidatore che, distratto dal telefonino, ha bruciato un semaforo rosso. Lo scontro è avvenuto ad alta velocità mentre attraversavo un incrocio. Ho avuto abbastanza fortuna da uscirne senza ossa rotte, al contrario della persona che mi ha colpito che invece è stata portata via in ambulanza”.

Nella descrizione viene sottolineato che la Model S (fortemente danneggiata sull’anteriore e sul posteriore a seguito della carambola) non ha perso nemmeno una goccia di liquidi dal pacco batterie. Anche l’abitacolo è visibilmente intatto.

L’auto investitrice dovrebbe essere una Hyundai Elantra, visibile nelle foto riportate da Treehugger, dove si trova anche uno slide show abbastanza accurato sui danni della Model S.

Anche il proprietario della berlina elettrica bruciata a Seattle si era in realtà detto confidente nella sicurezza dell’auto, tanto da volerne immediatamente acquistare un’altra.

Certo, non sfugge che in questo momento, per Tesla, tali testimonianze hanno un valore notevole, specie per le ripercussioni di immagine che possono avere sul mercato borsistico, dove le azioni Tesla hanno risentito del contraccolpo post-incendio.

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: San Francisco Chronicle, Tesla Motors Club, Treehugger

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here