Prossima al lancio la nuova Classe S500 ibrida plug-in di Mercedes-Benz: alte le prestazioni, bassi i consumi

3
2143

Annunciata dalla comparsa nel 2009 del prototipo Vision S500 PHEV, la tre volumi di lusso della prestigiosa Classe S Mercedes-Benz arriverà finalmente nell’arco dell’anno prossimo anche in versione ibrida plug-in. All’imminente Salone dell’Automobile di Francoforte in settembre la berlina stellata vedrà la luce dei riflettori, rivelando così le caratteristiche che porterà effettivamente sul mercato nel 2014.

Efficienza e prestazioni sono le parole d’ordine che sembrano ormai prendere piede tra i produttori automobilistici che trattano il segmento di lusso: la nuova Classe S500 Plug-in Hybrid punta a fornire un’accelerazione bruciante – 0-100 km/h in 5.5 secondi – ed una velocità di punta notevole – 250 km/h – tenendo a bada consumi ed emissioni.

Spinta dall’accoppiata di un motore V6 turbocompresso da 3.0 litri con un elettrico alimentato da batteria agli ioni di litio alloggiata nel bagagliaio, l’auto dispone della somma dei 328 cavalli (479 Nm di coppia) del primo e degli 80 kW (107 cv, 338 Nm) del secondo, gestiti al meglio dalle differenti modalità di guida programmate.

L’ibrido consente infatti di sfruttare separatamente oltre combinatamente i due propulsori, lasciando al sistema la possibilità di decidere come affrontare il percorso stradale anche sulla base delle informazioni ottenute grazie alla connettività della vettura.

Di base le quattro modalità che il guidatore può scegliere sono la HYBRID, la quale chiaramente utilizza entrambe le risorse, E-MODE, solo elettrica, E-SAVE, dedicata a preservare la carica della batteria per un successivo utilizzo del solo motore elettrico, e CHARGE, modalità nella quale la batteria si ricarica durante la marcia in endotermico.

L’E-MODE, ossia la guida in elettrico puro, offre la possibilità di percorrere indicativamente una trentina di km, specie se supportati dall’apporto del sistema di rigenerazione dell’energia, mentre il consumo di carburante si attesta, secondo Mercedes, a 0.03 litri per km nel ciclo misto europeo quando si utilizza la modalità HYBRID e si dispone della batteria carica.

La gestione intelligente dell’energia a bordo (Intelligent Hybrid System) si basa sull’interpretazione in tempo reale delle caratteristiche del percorso su cui si sta guidando derivate dalla navigazione satellitare, in modo da selezionare sempre il miglior mix di potenza richiesto ad entrambe i propulsori. In questo modo salite e discese verranno affrontate in maniera da sfruttare l’elettrico in supporto dell’endotermico per superare le pendenze sfavorevoli e le pendenze a favore per rigenerare la batteria. Inoltre, quando si viaggia a velocità costante, il motore termico può essere disinserito a favore dell’elettrico, usato per mantenere l’andatura e ridurre i consumi.

Per aiutare il conducente a misurare le proprie richieste al sistema propulsivo della vettura, oltre agli indicatori grafici dell’utilizzo della potenza dalle varie fonti e dei consumi di energia, Mercedes è ricorsa anche ad un feedback tattile tramite il pedale dell’acceleratore, programmato per indurirsi all’attivazione del motore tradizionale in modo da non indurre ad abusarne.

La nuova Classe S500 PHEV allargherà la famiglia di ibride di Casa Mercedes-Benz aggiungendosi alla S400 Hybrid ed alla S300 BlueTEC Diesel Hybrid: proprio in questi giorni anche BMW ha preannunciato l’arrivo, per adesso in forma di concept, di un nuovo veicolo ibrido plug-in oltre alla sportiva i8, il nuovo X5 eDrive PHEV, confermando la tendenza ad offrire soluzioni ibridate con l’elettrico da parte di sempre più Marchi automobilistici.

 

Andrea Lombardo

Fonte: MotorAuthority

3 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here