Samsung ed Energica: nasce la moto del futuro

0
304
Credit Marcello Mannoni

Ha debuttato a Eicma 2018 il progetto Smart Drive, che raccoglie e materializza in una avveniristica moto le richieste dei clienti del futuro proponendo un nuovo modo di vivere passioni ed emozioni su due ruote.

Cosa hanno in comune Samsung Electronics ed Energica Motor Company?

Entrambe basano la propria azione su una visione del mondo dove l’innovazione ricopre un ruolo fondamentale per realizzare progetti che definire rivoluzionari è certamente limitativo.

Samsung Electronics, il colosso coreano dell’elettronica ha fatto propria la filosofia Do What You Can’t finalizzata a raggiungere, proprio attraverso l’innovazione, obiettivi altrimenti impraticabili che consentano di realizzare i desideri delle persone.

Energica Motor company è un azienda modenese che con le sue moto elettriche ad alte prestazioni ha creato un nuovo know-how proponendo soluzioni uniche per la mobilità elettrica.

Lo spirito innovativo è il denominatore comune da cui è nato Smart Drive, un progetto all’avanguardia che propone un nuovo modo di vivere una moto dove ricerca, tecnologia e qualità si coniugano con emozione, passione e sicurezza.

Bolid-E: un prototipo futuristico

La base di partenza su cui è stato ideato il prototipo denominato Bolid-E, è quella del modello old style elettrico Eva EsseEsse9, moto che è stata giudicata Best Electric Bike of the Year 2018 di cui ripropone i tratti essenziali e le caratteristiche dando ancor più enfasi alla velocità, rievocata anche dal disegno cavo dei fari, e mixando tradizione e innovazione.

La tecnologia di Samsung e l’expertise di Energica si fondono nel progetto Smart Drive per offrire una moto con caratteristiche uniche quali, ad esempio, gli specchietti intelligenti, grazie agli Head-Up Display in essi integrati.

Questi ultimi consistono in due dispositivi Samsung Galaxy serie A con funzionalità Smartphone disabilitate che, grazie ai video generati dalle due camere, posteriore ed anteriore, presenti sulla moto, analizzano i filmati in tempo reale e segnalano al guidatore eventuali pericoli e ostacoli sul percorso.

Il progetto presenta inoltre un’esperienza di connessione completa via Bluetooth attraverso lo smartwatch Samsung Galaxy per la gestione ed il controllo della moto.

Attraverso di esso, è infatti possibile verificare e visualizzare una serie di dati quali lo stato di carica della batteria e la relativa autonomia, localizzare la moto sulla mappa grazie al GPS integrato, conoscere il consumo, la corrente erogata, tutte le performance del veicolo ed in particolare velocità, coppia, potenza e numero giri.

E’ infine presente la funzionalità Horn attraverso la quale, il motociclista può far suonare il clacson da remoto per individuare il mezzo o come deterrente al furto.

Maggior sicurezza

Si è già detto della presenza degli specchietti intelligenti per la visualizzazione degli ostacoli e dei pericoli lungo la strada. Una soluzione di grande impatto ma anche di notevole efficacia.

Ad essi si aggiunge anche un nuovo modo di accendere la moto, assolutamente personale e senza l’uso di alcuna chiave fisica che potrebbe essere smarrita o rubata. Attraverso il Galaxy Watch è infatti possibile creare una chiave virtuale che consente, avvicinando lo smartwatch alla moto, di accenderla. Si può inoltre impostare anche la destinazione ed avviare il percorso da compiere.

Infine, è possibile attivare la funzione spcifica per individuare lungo il tragitto la segnalazione di colonnine di ricarica e la loro tipologia, AC o DC.

Il contributo di CRP

Al progetto che ha come centro il prototipo Bolid-E, un contributo sostanziale è stato dato da CRP Meccanica e CRP Technology, aziende leader nel campo delle tecnologie sottrattive (lavorazioni CNC di precisione) e addittive (stampa 3D e Sinterizzazione Laser Selettiva con i materiali compositi Windform).

Anch’esse localizzate nell’area Modenese, sono votate a soluzioni innovative e di alta qualità.

Molti componenti del progetto Smart Ride recano l’impronta CRP ed in particolare il supporto anteriore e posteriore per i fanali, realizzato in stampa 3D e Windform XT 2.0, che, come detto precedentemente, sono stati progettati cavi allo scopo di enfatizzare la sensazione di velocità.

Altro particolare caratterizzante affidato a CRP è stata poi la parte strutturale della sella in lega di alluminio frutto di lavorazioni meccaniche di precisione CNC.

FIM Enel MotoETM World Cup

Ad Eicma è stata anche presentata la Ego Corsa 2019, la racebike che sarà protagonista alla FIM Enel MotoETM World Cup, la prima competizione mondiale per moto elettriche che si svolgerà su cinque tappe con inizio nel prossimo mese di maggio 2019.

L’azienda modenese è stata designata come costruttore unico per la manifestazione e servirà con la sua Ego Corsa i 12 team iscritti ed i 18 piloti coinvolti, avendo così l’opportunità di maturare un’esperienza unica che sarà poi riversata sulla produzione dei mezzi di serie.

Solo per dare un assaggio dei livelli prestazionali offerti dal modello Ego Corsa, si tenga presente che il suo motore sincrono a magneti permanenti raffreddato ad olio consente di sviluppare una potenza massima continua di 120 kW e una coppia di 200 Nm. Può inoltre passare da 0 a 100 km/h in meno di 2,8 secondi e raggiunge la velocità massima di 270 km/h.

La batteria è a ioni di litio ad alta tensione (circa 20 kWh).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here