Tacita T-RE (TEST+VIDEO)

2459

aperturaSalti, sterrati, buche e avvallamenti: la spinta possente di un motore sempre pronto e disponibile, la ciclistica sopraffina studiata per il fuoristrada più impegnativo e sviluppata specificamente attorno alle dimensioni e alle esigenze della propulsione elettrica. Si chiama Tacita, come la dea muta degli inferi che personificava il silenzio. Nel caso specifico, nessun collegamento alla mitologia romana, bensì una realtà giovane e intraprendente, fulgido esempio del genio e dell’innovazione Made in Italy. Dopo la sfavillante presentazione a Eicma 2013, merito di un ampio stand preso d’assalto dagli appassionati incuriositi dalle anticipazioni pre-Salone, siamo saliti in anteprima in sella alla Tacita T-RE, declinazione da enduro (ma omologata anche per l’impiego stradale) della moto elettrica ideata e progettata dalla nuova realtà torinese. Questo modello condivide la medesima base tecnica con le versioni T-RC, dedicata al cross da competizione, e T-RR, pensata per i Rally. Le tre versioni si differenziano per le dotazioni e la componentistica, oltre a essere “customizzabili” sulla base delle esigenze del cliente come in un pregiato laboratorio sartoriale. L’obiettivo? Ambizioso, come si conviene a una attività giovane e dinamica orientata alla conquista di un mercato in fase di avvio e con grandi potenzialità di sviluppo. Tecnologia inedita, progetto innovativo e totalmente creato in Italia con cura certosina incidono, giocoforza, sui prezzi di acquisto, che partono da 19.436 euro per il modello Cross e arrivano a 30.379 euro per la versione Rally più accessoriata. Nel mezzo, diverse possibilità di allestimenti e dotazioni. Le consegne partono a giugno 2014, e tramite i T-Tour proposti tramite il sito dell’azienda è possibile prenotare un week-end di test per prendere contatto con la prima realizzazione Tacita.

 

 

 

Leggi l’articolo, scaricalo sui tuoi computer e tablet in PDF e condividilo con i tuoi amici sui social network: puoi, basta un click ed è GRATIS!