Acquisizioni: ai coreani di Youngone Corp. la maggioranza di Scott

0
691

SCOTT -E-BIKESi consolida anche nel settore delle bici la tendenza già da qualche tempo in atto che vede grandi gruppi orientali rivolgere la propria attenzione ai più redditizi mercati occidentali attraverso l’acquisizione di marchi prestigiosi e ben connotati presso la clientela di riferimento. Ancora pochi giorni fa il gruppo coreano E-Land, per esempio, ha rilevato il 100% della parmigiana Coccinelle, azienda leader nel settore borse ed accessori nel cosiddetto segmento del “lusso accessibile” motivando la sua scelta con la necessità di crescere sui mercati internazionali sviluppando al massimo le potenzialità insite nel marchio. Non dissimile l’intento che ha portato la coreana Youngone ad aumentare la propria partecipazione azionaria dal 20% al 50,01% in Scott SA, azienda di primaria importanza sul mercato delle bici sia tradizionali sia elettriche, nata nell’Idaho e con quartiere generale in Svizzera e mercati di presenza importanti in Europa e Nord America.

Da parte sua la Youngone Holding Company, che ha investito in quest’ultima operazione oltre 86 milioni di euro, è nota per la produzione, in buona parte nei suoi stabilimenti in Bangladesh, di prodotti ed accessori per lo sport per conto di marchi quali Nike, Polo Ralph Lauren, Puma, The North Face, Eddie Bauer, LL Bean oltre ad essere già distributore esclusivo per Corea, Giappone e Cina delle bici della stessa Scott.

La volontà dichiarata è quella di rafforzare il mercato del ciclo ma soprattutto quello di trovare nuovi sbocchi commerciali anche alla luce di un pericolo di saturazione del mercato asiatico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here