Bosch sviluppa la Tesla Model S che si guida da sola

0
611

Bosch automated drivingÈ ormai il pallino di tutte le Case automobilistiche interessate a mostrarsi all’avanguardia e non può, quindi, non contemplare Tesla Motors, il Marchio californiano che sta sdoganando le auto elettriche (di lusso) in giro per il pianeta: si tratta della guida autonoma (quell’insieme di hardware e software che consente ad una vettura di pilotarsi senza intervento umano), protagonista di un video pubblicato da Bosch.

Protagonista del filmato è, per l’appunto, una berlina elettrica Tesla Model S, che dimostra le potenzialità di un’applicazione che evidentemente il fornitore tedesco sta sviluppando, apparentemente con una certa dose di realizzabilità commerciale in un prossimo futuro.

Quel che si intuisce è che la soluzione elaborata da Bosch coinvolge sempre una dose di guida umana, chiedendo al conducente di selezionare preventivamente i tragitti sui quali far entrare in funzione il controllo automatico.

Alla pressione per tre secondi di due bottoni posizionati sul volante il guidatore lascia i comandi al software di bordo ed è quindi libero di dedicarsi a tutt’altro, navigazione internet sulla consolle della vettura compresa.

Quando l’auto richiede nuovamente il controllo umano, è lei stessa ad avvertire il conducente con appositi segnali sul display.

Certo, per il momento non si hanno specifiche precise sul sistema e tantomeno se ne conosce una eventuale timeline di sviluppo: tuttavia che Bosch lavori a tale genere di soluzioni rientra nello scenario evolutivo generale del mercato dei trasporti e che tali progetti abbiano ricadute sulle produzioni automobilistiche dei prossimi anni è quasi scontato.

La stessa Tesla Motors (come diversi altri brand delle quattro ruote di lusso) hanno già iniziato a dotare i propri modelli di sistemi di autoguida parziale che prevedono l’assistenza nel mantenere l’auto in carreggiata, la correzione delle sbandate, il parcheggio automatico ed il monitoraggio di distanze ed angoli ciechi di visuale con eventuale frenata o sterzata automatica in caso di collisione.

Per l’auto che si guida del tutto in autonomia c’è ancora da aspettare ma, forse, nemmeno troppo.

 

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: Autoblog

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here