GenZe by Mahindra, quando lo scooter elettrico è essenziale e multimediale

0
737

Fresco di presentazione al Santa Monica Altcar Expo, lo scooter elettrico GenZe STS vuole essere la risposta a quanti pensano che un mezzo da città debba essere essenziale, pratico e completo.

Nasce da un marchio, GenZe, che ha sede sì in uno Stato americano (la California) ma che ha radici indiane che portano il nome del colosso automobilistico Mahindra: il risultato è però ben distante dalle variopinte e sovraccariche motorette che siamo abituati a vedere nelle immagini delle città indiane.

Il design di questo e-scooter è elaborato giusto quanto basta, nessun elemento – dagli strumenti di controllo alla carrozzeria alla fanaleria – peccano di eccentricità: niente plastica superflua, insomma.

Gli elementi che si notano di più in questo scooter elettrico sono il display 7 pollici che ha preso il posto dei tradizionali tachimetri ed il grande vano di carico posizionato sotto e dietro il sellino del guidatore.

Si tratta dei due elementi di forza del veicolo: il primo perché va oltre la sua normale funzione di interfaccia con le statistiche di marcia dello scooter (velocità, autonomia, etc.), il secondo perché offre la possibilità di trasportare non soltanto un casco e poco più.

Proprio sotto la sella si trova infatti un alloggiamento per smartphone che costituisce la vera novità dello GenZe STS: non tanto perché si possa ricaricare il telefono tenendolo all’asciutto ma perché, una volta connesso, questo è totalmente integrato con lo scooter.

Dallo schermo posto al centro del manubrio si potranno infatti gestire le applicazioni e la navigazione GPS sul proprio smartphone come se si lavorasse direttamente su di esso. Qualcuno penserà ad un’inutile distrazione eppure, se usata, con intelligenza e prudenza, la possibilità di consultare una mappa può, ad esempio, essere un vantaggio.

Certo, si può anche ascoltare la musica, dipende dai gusti.

Cinquanta chilometri orari e cinquanta chilometri di autonomia (con batteria rimuovibile per la ricarica) sono sufficienti per la città, in linea con lo spirito sobrio di un due ruote che non vuole fare il passo più lungo della gamba. In fin dei conti il prezzo annunciato per la sua vendita (negli USA) è di 3,000 dollari, ossia 2,500 euro: il prezzo al quale molti in Italia vorrebbero acquistare uno scooter elettrico.

GenZe ha la sede nella famosa Silicon Valley e costruisce i suoi scooter in Michigan: per il momento il veicolo è stato presentato solo per il mercato di alcuni Stati a stelle e strisce ma sarebbe interessante che Mahindra pensasse di esportarlo verso i nostri lidi affamati di mobilità agile ed (eco)sostenibile.

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: GenZE via AutoblogGreen

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here