Tecnologie F1 per auto di serie: il KERS Renault sulla Twizy elettrica

0
650
Twizy Renault Sport F1 Concept

Twizy Renault Sport F1 ConceptUn progetto nato nel 2010 ha visto la collaborazione tra lo sviluppo corse di Renault e la progettazione della Twizy elettrica: nel 2012, in parallelo, ha avuto inizio lo studio di una versione adattata del sistema di recupero rigenerativo dell’energia in frenata – il KERS usato in Formula Uno – per il quadriciclo elettrico francese. Per il momento ne è nato un prototipo ma la promessa che nessuno ha apertamente intenzione di rivelare è di “rubare” i segreti delle F1 per realizzare EV sempre più efficienti: ecco le caratteristiche del KERS montato sulla Twizy Sport F1 Concept.

 

La Twizy Renault Sport F1 monta due propulsori elettrici – il motore di serie, da 13 kW o 17 cv, e l’unità KERS – sui quali interviene un sistema rigenerativo progettato sullo stile della tecnologia F1: i componenti sono un’unità motore generatrice (MGU) direttamente collegata al semiasse, una batteria agli ioni di litio dedicata e la KERS Control Unit (KCU).

Lo scopo del KERS è di recuperare parte dell’energia cinetica che andrebbe altrimenti dissipata sotto forma di calore in frenata per impiegarla come Twizy Renault Sport F1 Conceptsupporto istantaneo all’accelerazione.

Poiché la Twizy non raggiunge le velocità di una F1 vera, il sistema è stato riprogettato apposta: l’energia derivante dalle frenate, da sola, non sarebbe infatti sufficiente a ricaricare la batteria del mezzo e così è stata introdotta la possibilità di sfruttare il motore stesso come dinamo.

L’unità motore funge sia da propulsore per il veicolo che da generatore, quindi: il guidatore può scegliere di impostarlo in questa modalità (Recovery Mode) che consente di convertire l’energia meccanica in energia elettrica, immagazzinandola nella batteria; invertendo il processo l’energia viene resa disponibile e distribuita alle ruote motrici.

Twizy Renault Sport F1 ConceptIn pratica, quando si attiva il Boost Mode del KERS, la Twizy Renault Sport F1 riceve una spinta sei volte più potente della massima capacità di erogazione del motore, balzando da 17 a 97 cavalli (da 13 a 72 kW) per circa 14 secondi. È l’unità di controllo stessa, la MGU, a lavorare da secondo motore suppletivo, con un apporto di circa 60 kW (80 cv).

Il motore standard della Twizy Sport è in grado di raggiungere i 10.000 giri per 110 km/h di velocità massima; l’aggiunto MGU-KERS, situato nell’ingombro di un cilindro di 10 cm di diametro, arriva a 36.000 giri/minuto: la sincronizzazione tra i due propulsori è stata assicurata da un riduttore con rapporto 1:3.6 derivato da quello usato per i motori F1 V8.

La derivazione sportiva di questo prototipo si rivela anche nei sistemi elettronici di controllo, in quelli di raffreddamento a liquido della Twizy Renault Sport F1 Conceptbatteria dedicata al sistema di recupero dell’energia, sottoposta ad un alto numero di cicli di carica/scarica ed appositamente progettata, e nei pesi dei componenti – il “pacchetto KERS” consta di appena 30 kg, batteria inclusa, ed è posizionato al posto del sedile posteriore.

La Twizy Renault Sport F1 è stata presentata il 25 aprile 2013 presso l’impianto Renault di Valladolid in Spagna: nel corso dell’anno sarà protagonista di altri eventi, tra i quali la prima apparizione in pubblico al World Series Renault di Aragona, sempre nella penisola iberica, nel week end del 27-28 aprile ed al successivo Barcelona Motor Show.

Avremo quindi altre occasioni per vederla e per capire se quello che più conta di questo progetto, cioè la trasmigrazione delle tecnologie impiegate nei comparti corse sulla struttura di un veicolo da strada, arriverà effettivamente anche su questi ultimi.

 

Andrea Lombardo

Fonte: Renault Presse

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here