All’Australia Solar Challenge parteciperà anche Stella, la prima familiare elettrica ad energia solare

0
417
Credits: STE-Bart van Overbeeke
Credits: STE-Bart van Overbeeke

Dall’aspetto estremamente aerodinamico, parla olandese, viene da Eindhoven ed è la prima auto familiare mossa prevalentemente dall’energia del sole: Stella è frutto del lavoro del Solar Team Eindhoven (STE) della Technische Universiteit (TU/e) che ha sede nella città olandese ed è iscritta alla World Solar Challenge che attraverserà l’Australia dal 6 al 13 ottobre 2013.

La World Solar Challenge è una competizione tra veicoli divisi per categorie: Stella fa parte della nuova Cruiser Class che prevede l’obbligo di trasportare più di una persona – a differenza degli ultraleggeri – e percorrere almeno 750 dei 3,000 km totali del tracciato grazie all’elettricità ricavata dal sole. Difatti le auto in gara hanno la possibilità di effettuare un rifornimento di energia solo tre volte lungo tutta la competizione, avendo a disposizione una batteria relativamente limitata, il che rende indispensabile sfruttare al massimo l’energia solare.

Stella può trasportare 4 persone e, come afferma il Solar Team Eindhoven, coprirà circa metà dei km della gara grazie ai pannelli in silicio ad alto rendimento che la rivestono. Non si tratta dell’unico prototipo di auto solare a 4 posti ma generalmente gli altri utilizzano l’energia solare solo per alimentare gli accessori e non la propulsione.

L’auto è stata costruita usando materiali ultraleggeri per limitare al massimo il consumo di energia e tutti i componenti elettronici che la compongono sono facilmente ricambiabili e riconoscibili, costituendo un network elettrico modulare utile a proseguirne lo sviluppo in futuro. Stella è definita “user friendly” e confortevole, in prospettiva migliorabile sia sul piano dei consumi di energia che dell’autonomia solare; anche l’interfaccia di comunicazione tra conducente ed auto è stata ripensata con l’intervento con il Dipartimento di Disegno Industriale della TU/e perché sia molta più logico e trasparente di quello presento sulle attuali auto.

Stella, come si intuisce, è più che una vettura solare costruita per una competizione: si tratta piuttosto di uno studio (che coinvolge moltissimi giovani studenti) sulla concezione di auto familiare del futuro impostato sul presupposto del risparmio energetico.

Nella realtà di tutti i giorni rimane invece ancora lontana l’ipotesi di muovere veicoli adatti a trasportare persone e cose solo grazie all’energia generabile con pannelli solari: più realistico è invece rendere pulita l’elettricità erogata dalle stazioni di ricarica sfruttando il sole, come fatto da Tesla per il suo Supercharger Network.

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: Solar Team Eindhoven

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here