Il bike sharing elettrico sbarca nel Tigullio

0
494

Copre i comuni di Camogli e Santa Margherita ma già nella sua denominazione, Portofino Park&Bike, il nuovo servizio di bike sharing con biciclette a pedalata assistita annuncia la volontà di estendere, a tempi brevi, la sua offerta ad altri comuni del territorio in modo da rafforzare le possibilità di una mobilità ecologica e rispettosa del particolare contesto naturale

Che i liguri, certamente non favoriti da un orografia benevola nei confronti di chi decide di spostarsi in bicicletta, accogliessero con tanto interesse un sistema di bike sharing, seppur basato su biciclette a pedalata assistita, è stata una sorpresa anche per i promotori dell’iniziativa. La naturale iniziale curiosità si è infatti ben presto trasformata in reale utilizzo a dispetto delle salite qua e là disseminate come naturali dissuasori, e nemmeno la collina della Ruta, spartiacque tra il Golfo Paradiso e il Tigullio, è riuscita a far da freno a turisti e residenti ben contenti di dimenticare le file in auto e l’impossibile ricerca di un parcheggio.

Come è nato il progetto

Francesco Olivari, sindaco di Camogli e Presidente del Parco di Portofino, ci racconta come il progetto ha preso vita: «L’iniziativa è partita su sollecitazione di Santa Margherita e in particolare dell’assessore Michele Corrado. Essa prevedeva di partecipare a un bando ministeriale come comune, per il cofinanziamento di un sistema di bike sharing destinato a cittadini, pendolari, studenti e turisti come alternativa ai mezzi a motore per ridurre il traffico e i gas inquinanti. Abbiamo ritenuto che la partecipazione anche del Parco di Portofino costituiva un valore aggiunto e, per presentare un progetto che avesse validità su un territorio abbastanza ampio e diffuso è stata coinvolta Camogli, dove allora ero assessore, e in un primo momento anche Recco che però successivamente ha rinunciato. Il progetto presentato al Ministero dell’Ambiente è stato premiato con un contributo di circa 300.000 euro, che ha consentito di realizzare le ciclo stazioni di Camogli e San Rocco. Santa Margherita da parte sua ha gradualmente installato altre sei ciclo stazioni, alcune delle quali a spese proprie dando il positivo segnale di credere nell’iniziativa. Il sistema, inaugurato a fine marzo 2013, ci ha subito piacevolmente stupiti per l’accoglienza riscossa e il grande utilizzo delle biciclette…

 

Leggi l’articolo completo, scaricalo sui tuoi computer e tablet in PDF e condividilo con i tuoi amici sui social network: puoi, basta un click ed è GRATIS!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here