Sempre più spazio per le auto ibride al Salone di Ginevra / 3

0
512
Mitsubishi Concept XR-PHEV II

Continua il nostro reportage sulle novità presentate al Salone di Ginevra

Audi Q7 e-tron quattro: la prima ibrida diesel plug-in

Con 373 CV (275 kW) di potenza di sistema e 700 Nm di coppia la Audi Q7 e-tron 3.0 TDI quattro definisce nuovi standard grazie alla tecnologia plug-in ibrida e alla trazione quattro. Il grande SUV accelera da 0 a 100 km/h in 6 secondi come un’auto sportiva, ma consuma non più di 1,7 litri di carburante ogni 100 chilometri in ciclo NEDC – il miglior valore nella sua classe.

La Audi Q7 e-tron quattro è la prima vettura ibrida plug-in al mondo a combinare un motore diesel a sei cilindri con trazione quattro. Con una potenza di sistema di 373 CV (275 kW) e 700 Nm di coppia, accelera da 0 a 100 km/h in soli 6 secondi, e prosegue fino a una velocità massima di 225 km/h. Secondo gli standard per i veicoli ibridi plug-in, il SUV dalle grandi dimensioni necessita di non più di 1,7 litri di diesel in ciclo NEDC, con meno di 50 g di CO2 per chilometro. Anche questo valore definisce nuovi standard. Come tutti i modelli ibridi Audi, la Q7 e-tron quattro è stata progettata come ibrido parallelo. Il 3.0 TDI, l’altamente performante motore diesel V6 di ultima generazione, eroga 258 CV (190 kW) di potenza e 600 Nm di coppia. I supporti motore attivi – la prima volta al mondo per un motore diesel – eliminano le vibrazioni indesiderate tramite mirati contro-impulsi.

Il motore elettrico a forma di disco fornisce 94 kW di potenza e 350 Nm di coppia. Insieme a un disaccoppiatore è integrato nel cambio tiptronic a otto rapporti. Il cambio automatico è eccezionale per la sua elevata efficienza e il peso contenuto. La trazione integrale permanente quattro, compatta e leggera, trasmette la potenza a tutte e quattro le ruote. Durante le curve ad alta velocità, il suo differenziale centrale lavora a stretto contatto con il sistema di controllo selettivo della coppia, un’intelligente funzione software.

 

Tivoli EVR Concept il nuovo SUV elettrico di SsangYong

Con il suo design urbano dinamico, Tivoli è il nuovissimo SUV di SsangYong. Caratterizzato da una piattaforma inedita, nuova carrozzeria e due nuovi motori, il modello si appresta a competere sul mercato globale dei SUV compatti offrendo un’estetica europea e livelli eccezionali di sicurezza, abitabilità, dotazioni e optional.

Tivoli fonde sapientemente grande design e caratteristiche di praticità e comodità, in linea con i gusti e le esigenze dei clienti attenti allo stile ma anche in cerca di forma e funzione.

La casa automobilistica ha proposto anche un prototipo denominato SsangYong Tivoli EVR Concept equipaggiato con motore elettrico e sistema range extended.

Il piccolo motore monocilindrico a benzina funziona a giri costanti come generatore e la sua principale funzione è quella di ricaricare le batterie. Autonomia dichiarata di 130 km con una carica e fino a 500 km usando il range extender, emissioni inferiori a 40 g/km e velocità massima di 150 km.

 

Suzuki presenta l’iK-2 e iM-4

Suzuki ha svelato in “prima mondiale” due concept di stile e tecnologia, banco di prova delle soluzioni che verranno introdotte nel prossimo futuro.

IK-2 e IM-4 propongono nuove piattaforme: la tecnologia BOOSTERJET, alla base dei futuri sviluppi dei motori a combustione  interna, iniezione diretta, turbo, di cilindrata contenuta, e l’innovativo sistema di ibridazione SHVS.

I concept iK-2 e iM-4 rappresentano due differenti orientamenti di Suzuki nello sviluppo delle auto del prossimo futuro; due prototipi che racchiudono in sé le caratteristiche principali su cui i reparti di ricerca e sviluppo si sono concentrati, con l’obiettivo di ottenere le migliori performance ed un livello di contenimento dei consumi e delle emissioni ai massimi livelli.

  • iK-2 è una vettura efficiente dal punto di vista dello sfruttamento dello spazio, sviluppata secondo gli standard propri del segmento delle berline compatte. Realizzata secondo la filosofia Harmonized Force, IK-2 rappresenta l’esaltazione massima dei concetti di versatilità, comfort, maneggevolezza e piacere di guida. iK-2 svela in anteprima l’evoluzione dell’auto di segmento B. Il design incentrato sul tema Liquid Flow, esprime l’energia e la fluidità di un liquido in movimento,  definendo linee armoniose e dinamiche. iK-2 propone una piattaforma di nuova generazione, ed è equipaggiata con il nuovo motore benzina BOOSTERJET dotato di iniezione diretta e turbocompressore. Il modello di produzione presenterà inoltre la nuova tecnologia di ibridazione (mild hybrid) SHVS (Smart Hybrid Vehicle Suzuki) che debutterà in Europa all’inizio del 2016.
  • iM-4 è un compatto 4×4 capace di ampliare le performance ed il piacere di guida di una vettura dalle misure contenute. Seguendo il tema Shape the Inspiration, l’auto integra il DNA e la tradizione ultra-quarantennale di Suzuki nel segmento delle 4×4 compatte con le tecnologie di trazione integrale del futuro, il tutto in un design personale ed accattivante. L’innovativo SHVS (Smart Hybrid Vehicle Suzuki) è un innovativo sistema di ibridazione che lavora in sincronia con la tecnologia di nuova generazione ISG (Integrated Starter Generator) ad alta efficienza. Questa innovazione, impiegata sul prototipo iM-4, garantisce una coppia erogata in assistenza al motore termico e la rigenerazione dell’energia prodotta in frenata grazie ad accumulatori agli ioni di litio. Questi elementi costituiscono il sistema ibrido perfetto per una vettura compatta perché, oltre a migliorare l’efficienza energetica, contengono i pesi, il dimensionamento ed il costo complessivo.

 

Volvo estende la sua soluzione ibrida plug-in alla V60 D5

Volvo Cars ha presentato la versione con motore D5 Twin Engine dell’acclamatissima V60 Twin Engine ibrida plug-in. La V60 D5 Twin Engine potrà erogare 120 kW grazie al motore D5 e circa 50 kW tramite il suo pacco batterie agli ioni di litio da 11,2 kWh, avvalendosi della stessa configurazione collaudata della V60 D6 Twin Engine. Questo si traduce in una potenza massima erogata dal sistema propulsore di circa 230 CV quando il motore elettrico e l’unità a combustione funzionano contemporaneamente.

Tecnologia Twin Engine è il termine coniato da Volvo per definire l’innovazione nell’ambito dei propulsori ibridi, all’interno della gamma di motori Drive-E. Esso riflette l’impegno di Volvo a massimizzare il piacere di guida riducendo al minimo sia il costo di possesso sia l’impatto ambientale e a mantenere un ruolo di punta nell’innovazione dei sistemi ibridi.

Così come la V60 D6 Twin Engine,  anche sulla versione D5 sono disponibili tre modalità di guida che offrono esperienze dinamiche completamente diverse : Pure, Hybrid o Power.

In modalità Pure, l’auto è alimentata per quanto possibile unicamente dal suo motore elettrico. L’autonomia di percorrenza è di 50 km.

Hybrid è la modalità impostata di default quando la vettura viene avviata. Il motore diesel e quello elettrico “cooperano” per garantire emissioni di CO2 (ciclo di guida NEDC per la certificazione europea) di soli 48 g/km (1,8 l/100km).

In modalità Power, la tecnologia  viene ottimizzata per garantire all’auto la massima potenza. L’unità diesel e il motore elettrico, insieme, erogano una potenza complessiva di 230 CV e una coppia motrice massima di oltre 600 Nm. La vettura accelera da 0 a 100 km/h in 9 secondi.

Il conducente può scegliere se risparmiare l’energia della batteria per poter utilizzare la modalità solo elettrica in un secondo momento, ad esempio in un’area verde urbana o nelle strade del centro città.

Attivando la funzione “Save”, il sistema di bordo  garantisce che sia sempre disponibile un livello di carica sufficiente per passare successivamente alla guida in modalità “Pure”. Se necessario, il generatore ad alta tensione caricherà il pacco batterie affinché la carica sia tale da consentire la selezione della modalità di guida esclusivamente elettrica.

 

Lexus presenta il Concept Lexus LF-SA

Il nuovo Concept Lexus LF-SA è stato svelato in anteprima mondiale al Salone di Ginevra 2015.

Lo scorso anno, in occasione del 25mo anniversario dall’introduzione del primo modello – la LS 400 – Lexus International ha chiesto ad ED2 (European Design & Development), il Centro di Design Europeo, di realizzare un progetto per una vettura 2+2 ultracompatta per il segmento Sub-B.

LF-SA è il risultato di questo studio, che esplora il futuro stilistico di Lexus, reinterpretando nel modo più audace la filosofia stilistica L-finesse.

Tuttavia, in un futuro in cui la tecnologia e le esperienze virtuali avranno sempre più un ruolo da protagonista, il Concept LF-SA non trascura allo stesso tempo il lusso ed il piacere di guida, che resteranno sempre l’essenza dell’esperienza automobilistica Lexus.

Adatto sia alla guida in città che su lunghi percorsi extraurbani: il nuovo Concept si proietta in un futuro in cui i clienti Lexus continueranno ad apprezzare la straordinaria esperienza di guida del brand e i suoi eccezionali livelli di connettività, Infotainment e sicurezza.

 

Mitsubishi Concept XR-PHEV II: la crossover compatta

Il Concept XR-PHEV II di Mitsubishi è un piccolo SUV destinato a diventare il secondo modello PHEV di MMC dopo l’Outlander PHEV lanciato a gennaio 2014. Il nuovo sistema PHEV installato su Mitsubishi Concept XR-PHEV II è una combinazione di trazione e motore anteriore leggeri, ideale per un crossover urbano, che coniuga le emissioni di CO2 più basse della categoria (solo 40 g/km) a prestazioni fluide e grintose e una risposta eccellente con il suo motore elettrico da 163 PS/120 KW.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here