Yamaha PES1 e PED1, moto elettriche a tutto spiano al Tokyo Motor Show (VIDEO)

1
1002
Yamaha PES1
Yamaha PES1
Yamaha eVINO
Yamaha eVINO

Yamaha PES1 è solo una delle novità elettriche su due ruote con cui i Giapponesi si sono presentati al Tokyo Motor Show: ben due moto, uno scooter e persino una minimoto per bambini completano la panoramica.

La Yamaha PES1 è la sorella della PED1: entrambe sono prototipi di moto aggressive e sportive con motizzazione elettrica ma feeling di guida molto simile a quello tradizionale. La PES1 è definita “Street Sport” e la PED1 “Dirt Sport” ed entrambe montano un sistema di trazione Yamaha Smart Power Module integrato nel telaio monoscocca: in pratica è la power unit stessa che funge da struttura per le due moto.

Lo sforzo che Yamaha vuole compiere è quello di avvicinare la guida di una moto elettrica a quella di una convenzionale, non dotandole perciò di sola trasmissione automatica ma anche di una modalità di cambio manuale.

La Yamaha PES1 pesa meno di 100 kg e la PED1 meno di 85 kg: date le masse contenute si può dedurre che le batterie agli ioni di litio, asportabili per essere ricaricate a casa, siano abbastanza leggere e, probabilmente, non in grado di erogare autonomie enormi.

Della PES1 i Giapponesi hanno anche fatto circolare un video che la ritrae mentre affronta un giro di pista: potete così farvi un’idea di questo nuovo prototipo a due ruote a marchio Yamaha vedendolo in azione.

Mentre molti si chiederanno quanto sia probabile vedere le due moto elettriche arrivare sino alla produzione, Yamaha porta a Tokyo anche un’e-scooter che ricorda molto la Vespa: si chiama eVINO ed è proposto come “conveniente veicolo per i pendolari”. Con queste parole si intende che lo scooter elettrico eVINO ha tutto quanto serva per i brevi tragitti urbani ad un prezzo accessibile.

Con queste credenziali potrebbe fare sfracelli, quindi speriamo che non rimanga solo un concept: di per sé lo scooter nasce come versione elettrificata del Vino (dal quale il nome e-Vino, modello Yamaha che richiama fortemente il design retrò italiano, dotato nella versione elettrica di frenata rigenerativa e, anche in questo caso, di batteria estraibile.

Da ultima è presente anche eKIDS, una due ruote per bambini che vogliono imparare a dominare i primi dossi…con la propulsione elettrica. In pratica l’idea di Yamaha è quella di fare una mini-moto che sia semplice da controllare, facile da trasportare in macchina e pulita. Guidabile anche al chiuso visto che non inquina e non può perdere olio o altro, può essere la prima moto per i centauri in erba.

Recentemente avevamo visto proporre anche da Suzuki una mini-moto elettrica, la Extrigger, mentre nel campo dell’enduro all’EICMA di Milano si è distinta Tacita con la sua gamma T-Race: ancora attesa invece la KTM FreeRide-E.

Gli amanti delle e-bike non possono invece perdersi la Yamaha YP-01 elettrica, disegnata per festeggiare i 20 anni di pedalata assistita compiuto dal sistema PAS giapponese.

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: Yamaha via AutoblogGreen

1 COMMENT

  1. buongiorno, mi chidevo a che eta’ sara guidabile e che autonomia avesse.
    in qualsiasi caso e bellissima

    saluto

    Mirko

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here