Alfa Romeo: il piacere di guidare si elettrifica

0
671

Dinamismo e sportività si coniugano con i concetti della trazione elettrica e caratterizzano le nuove proposte Alfa Romeo di imminente introduzione sul mercato.

Innovazione nel segno della tradizione

Non poteva essere diversamente. Anche un brand con grande fascino e tradizione, fortemente legato al mondo dei motori a combustione interna ed al loro sviluppo prestazionale, incontra le tecnologie più innovative del momento, destinate a caratterizzare un futuro ormai prossimo, di cui la trazione elettrica è il simbolo più tangibile.

Nella filosofia di Alfa ciò non vuol dire rinuncia a quel “piacere di guidare”, da sempre fortunato claim delle sue campagne comunicazionali, ma piuttosto cogliere l’opportunità per realizzare una sintesi tra heritage e nuovi canoni della mobilità.

L’elettrificazione secondo la casa del Biscione passa, anzi, attraverso la riaffermazione dell’unicità del design e dello stile italiano e la reinterpretazione del proprio DNA nel senso dell’energia, dell’armonia dell’ambiente, dell’efficienza nelle modalità di guida in piena continuità con i valori e le emozioni che il suo marchio evoca.

In questo quadro si pone l’evoluzione di modelli come la Stelvio oggetto di fresco restyling e soprattutto dell’innovativo concept Tonale, primo C-UV dello storico brand con motorizzazione plug-in.

Mild Hybrid per la Stelvio

La Stelvio, uno dei modelli di punta di Alfa Romeo, si appresta, in occasione del suo primo restyling, a recepire una variante mild hybrid ed analoga operazione interesserà la Alfa Romeo Giulia equipaggiata con la medesima motorizzazione.

Il rinnovamento stilistico interesserà, in particolare, l’introduzione dei nuovi fari full led che ne modificheranno l’effetto ottico, la forma del paraurti con un nuovo disegno delle prese d’aria e dello scudetto Alfa Romeo, l’innovativa strumentazione digitale e l’aggiornamento del sistema di infotainment.

Entrambi i modelli disporranno di un propulsore 2 litri turbo a benzina da 280 CV che sarà abbinato ad un motore elettrico con un impianto a 48 volt e turbocompressore elettrico E-Booster con l’obiettivo di ridurre sia i consumi che le emissioni di CO2 oltre che disporre di una maggiore potenza.

La loro evoluzione nel medio termine dovrebbe prevedere la realizzazione anche di versioni plug-in alimentate con una batteria ricaricabile in grado di garantire un’autonomia di circa 50 chilometri in full electric. 

Tonale: il primo C-UV Alfa Romeo plug-in

La vera svolta del marchio nel mondo dell’elettrificazione avverrà, però, con il lancio del modello Tonale, previsto tra la fine del 2020 e l’inizio 2021, il cui concept, già presentato al Salone di Ginevra 2019, è stato recentemente riproposto al Salone del Mobile di Milano.

Si tratta di un C-UV, Compact Utility Vehicle a vocazione urbana ma di impronta sportiva, probabilmente realizzato sulla piattaforma su cui è stata sviluppata la Jeep Compass, che ben desidera rappresentare i tratti distintivi dello stile italiano proiettato nel futuro ma con continui e sostanziali richiami alla tradizione del brand.

Tra di essi si possono citare la ruota “teledial” con il design del cerchio da 21” che richiama il concetto del disco telefonico, scelta che risale in Alfa agli anni 60, l’inconfondibile “Trilobo” a connotare l’anteriore unitamente al distintivo scudetto “Alfa Romeo”, la fanaleria anteriore “3 più 3”, oltre a quella posteriore che ricorda un segno grafico piuttosto che un elemento ottico.

Tonale, come tengono a precisare in casa Alfa, applica l’elettrificazione senza snaturare i valori identificativi del marchio ma la interpreta come una naturale evoluzione nel suo percorso dinamico, un passaggio nel segno della continuità.

Il sistema di motorizzazioni previsto, sulla base delle poche indicazioni disponibili, dovrebbe prevedere un motore elettrico da circa 60 CV, collegato all’asse posteriore, abbinato ad una motorizzazione endotermica anteriore 2 litri con 280 CV di potenza, capace di esaltare, con i suoi 340 CV complessivi, il piacere di una guida sportiva.

La batteria al litio, ricaricabile, da circa 10 kWh è in grado di consentire una autonomia di 50 km in modalità full electric.

Con l’introduzione della motorizzazione elettrica evolveranno anche le modalità di guida previste:  “Dual Power” per garantire il massimo output dai due motori, benzina ed elettrico, “Natural” per trovare il giusto compromesso nella gestione di entrambe le motorizzazioni, “E-Motion” per una taratura specifica dell’accelerazione ed una frenata più precisa,“Advance E” per le prestazioni in full electric.

Al momento non è prevista una versione completamente a trazione elettrica, mentre dovrebbe aggiungersi la possibilità della trazione integrale elettrica eQ4.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here