Askoll, debutto nell’automotive con uno scooter elettrico ed una e-bike

3
1806

Askoll aziendaAskoll è un’ azienda nata nel 1978 a Dueville, in provincia di Vicenza, specializzata nei motori elettrici e nella componentistica elettronica. L’attività oggi conta ben 11 sedi nel mondo, con diverse organizzazioni produttive in Italia ma anche in Slovacchia, Romania, Messico, Brasile e Cina. Con circa 600 dipendenti ed un fatturato di oltre 300.000 di euro, il focus della azienda è lo sviluppo e la realizzazione di motori sincroni (e dei componenti ad essi collegati) per differenti settori, dagli acquari a quello degli elettrodomestici consumer,  con un ruolo da leader mondiale grazie alla fornitura di componenti per i più noti brand internazionali. A questa attività primaria, che ha portato al riconoscimento di circa 850 brevetti industriali, Askoll ha affiancato lo sviluppo di alcuni veicoli elettrici, sfruttando la sua tecnologia totalmente made in Italy per promuovere la mobilità sostenibile.

Askoll Eletric Scooter 2Il motivo che ha spinto alla nuova iniziativa, come sottolineato dal fondatore di Askoll, Elio Marioni, deriva dalla sempre più pressante concorrenza asiatica nel settore di riferimento dell’azienda, situazione che ha portato il management vicentino alla definizione di una strategia di diversificazione che mira ad ampliare i confini del business legato al settore dei motori elettrici. Sulla base di queste motivazioni è nata così la nuova branchia dell’azienda Askoll, con l’obiettivo ambizioso di far uscire la mobilità elettrica dai ristretti confini attuali fino a farla diventare una alternativa davvero appetibile e concorrenziale rispetto ai prodotti più noti. L’investimento è di quelli importanti, circa 60 milioni di euro, con l’allestimento di una linea produttiva che comprende banchi prova dinamici e la creazioni di un piccolo circuito test adibito alla prova dinamica dei veicoli adiacente alla sede storica della Holding. Il risultato di questo nuovo progetto ha portato alla creazione di una e-bike e di uno scooter, accomunati da un design sobrio ed essenziale. Entro 12 mesi, Askoll affiancherà a queste proposte una inedita minicar elettrica dalle caratteristiche che, a detta del management dell’azienda, dovrebbero aprire nuovi scenari nel settore delle auto a batterie. Il prezzo, ad esempio, sarà di 7.800 euro al pubblico, mentre l’offerta prevede per il futuro un modello omologato guidabile con la patente da ciclomotore ed un altro a potenza maggiore in grado di raggiungere i 95 km/h. Se per l’auto i tempi non sono ancora maturi, per la e-bike e lo scooter elettrico ES1 la commercializzazioni è ai nastri di partenza: entro l’estate apriranno i battenti ben 15 negozi monomandatari, con l’obiettivo di arrivare  entrAskoll Eletric Bike 9o due anni a coprire tutte le province d’Italia.

In termini di caratteristiche tecniche, la e-bike Askoll è caratterizzata da un telaio in alluminio con  accumulatori al litio estraibili fissati davanti al manubrio capaci di 100 km di autonomia. La ricarica completa avviene in 5 ore, con una durata stimata in circa 800 cicli di carica ed una capacità di 300 Wh. Dotata di finiture estremamente ricercate, la bicicletta a pedalata assistita pesa 22 kg  ed è in vendita a 990 euro. Lo scooter ES1 ha forme minimaliste e originali con un ampio portapacchi posteriore ed un propulsore omologato alla stregua di un 50 cc.  Il peso è di 78 kg, e le misure compatte lo rendono un mezzo facile e intuitivo per ogni utente. La potenza è di 1,5 kW e la coppia di 100 Nm, mentre per le due batterie (2,1 kWh complessivi) è dichiarata un’autonomia di 100 km con tempi di ricarica di circa 3 ore. Il prezzo di listino è fissato a 2.190 euro.

3 COMMENTS

  1. Complimenti per il Vostro lavoro e i Vostri investimenti in questo settore che a mio avviso sara’ il futuro della mobilita’ o perlomeno coprira’ una grossa fetta del mercato. Io personalmente ne sono molto affascinato, ma ci sono delle domande teccniche che mi pongo su certe mie idee o fantasie forse e’ meglio chiamarle e il perche’ non vengono utilizzate per aumentare la percorrenza o la durata della carica delle batterie dei vari veicoli elettrici, forse perche’ non essendo un esperto o un ingegere e ignorando certi aspetti teccnici la risposta e’ che semplicemente non e’ possibile, diversamente sarebbe troppo semplice. Scusate il mio intervento e Vi rinnovo i miei complimenti. Cordiali saluti. Marco.

  2. Ho acquistato lo scooter elettrico proprio ieri… me lo consegneranno a breve.
    Provandolo è eccezionale, leggero, stabile comodo.
    Vediamo poi come si comporta nel tempo.

  3. Bellissimo lo scooter es1.

    Debbo cambiare l’auto, Aspetto con impazienza la minicar ec1.

    Buon Lavoro,
    Pierre

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here