Aston Martin DBX, un concept elettrico sonda il futuro dell’auto di lusso

1
787

aston-martin-dbx-15Al Salone di Ginevra 2015 Aston Martin è riuscita ad accaparrarsi una fetta di palcoscenico grazie alla presentazione di uno strano concept, un po’ crossover un po’ GT, ad alimentazione 100% elettrica.

La Aston Martin DBX nasce infatti dalla richiesta fatta dal CEO Andy Palmer ai suoi ingegneri di immaginare l’evoluzione del segmento delle vetture GT di lusso: il risultato è un concept dalle proporzioni decisamente generose, quasi esagerate secondo quanti l’hanno visto dal vivo, che non si colloca pienamente in nessuna categoria di quelle citate.

La DBX presenta un look scolpito ed aggressivo reso tuttavia pesante dalla sua mastodonticità, in controtendenza alla sua natura sportiva di GT: inoltre, presenta anche un insolito assetto interiore 2+2 per quanto riguarda i posti, difficilmente coniugabile con le misure da SUV.

Tuttavia l’intento di Aston Martin di rendere un’idea di quel che potrebbe essere l’evoluzione di un segmento del mercato automobilistico è stato rispettato: la DBX si pone infatti come una sorta di taccuino di appunti per le produzioni future.

Interessante, anche se non realmente messa in pratica, la soluzione pensata per la trazione della DBX: la Casa ha infatti immaginato un 4×4 completamente elettrico con motori integrati nelle ruote per risparmiare spazi ed un sistema di alimentazione a celle al litio-zolfo ricaricate dal KERS. A corredo di tutto c’è poi la tecnologia drive-by-wire.

La Aston Martin DBX non è certamente una vettura pronta per essere prodotta, anzi, ma se volete sapere come la Casa britannica immagina il futuro dell’auto, eccovi serviti.

 

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: Gizmag, Aston Martin

Questo slideshow richiede JavaScript.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here