Iniziata a Lipsia la produzione in serie della BMW i3: la prima elettrica assemblata aprirà la Maratona di Berlino

1
939

Il BMW Group ha iniziato la produzione in serie della sua prima auto elettrica nello stabilimento di Lipsia, nello Stato federale tedesco della Sassonia, segnando così un altro passo avanti verso l’eco mobilità.

Le i3 che escono dalla catena di montaggio rappresentano infatti non soltanto il primo veicolo elettrico del Marchio ma un nuovo modo di costruire automobili.

È la prima volta che il telaio di un automezzo viene realizzato interamente in CFRP, ossia una plastica rinforzata in fibra di carbonio leggera ed estremamente resistente studiata per bilanciare il peso del pacco batterie.

Ma è anche la prima volta che vengono sensibilmente ridotti i consumi di energia ed acqua per la fabbricazione di una citycar premium ad altissimo contenuto tecnologico: l’elettricità usata per ogni i3 è il 50% in meno rispetto all’usuale consumo e deriva interamente dagli impianti eolici installati in loco, mentre la rinuncia alle vernici tradizionali comporta un meno 70% nel consumo di acqua.

BMW sta in questo modo dimostrando che la mobilità può iniziare ad essere sostenibile sin dalla produzione: l’adeguamento dello stabilimento di Lipsia ha comportato un investimento di 400 milioni di euro ed ha portato all’assunzione di 800 lavoratori; complessivamente, sono 600 i milioni di euro investiti dal Gruppo e 1,500 i posti di lavoro creati, considerando anche le joint venture grazie alle quali alcuni componenti sono realizzati negli USA.

Dal sindaco della città di Lipsia al governatore della Sassonia, tutti sono entusiasti di ospitare un polo di produzione automobilistica tanto all’avanguardia: la nuova i3 elettrica arriverà in un anno sui mercati di tutto il mondo e porterà la regione tedesca a primeggiare nell’industria dell’auto ecosostenibile.

BMW ha comunque già vinto una prima battaglia, dimostrando che produrre auto ecologiche in modo ecosostenibile facendo quadrare i conti è possibile: adesso toccherà al mercato rispondere adeguatamente. La cosa non è impossibile, visto che i 36,000 euro della citycar premium sono fin concorrenziali con le cifre di altre elettriche.

La prima BMW i3 assemblata nell’impianto è stata nel frattempo designata per l’apertura della Maratona Internazionale di Berlino che si terrà il 29 settembre: una nuova passerella per ammirare il gioiello a zero emissioni tedesco.

 

Andrea Lombardo

Fonte: BMW Group

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here