Da Nissan e Uri i primi taxi 100% elettrici d’Italia

1
668

124741_5_8Nissan Italia e Unione Radiotaxi d’Italia sono protagonisti di un evento unico per la mobilità sostenibile. Per la prima volta in Italia i Taxi 100% elettrici Nissan LEAF partiranno a emissioni zero alla volta di Roma con la Compagnia 3570.

 

Siamo stati i primi a lanciare la mobilità elettrica con la LEAF su larga scala e siamo ancora i leader dopo oltre 4 anni“, ha affermato Bruno Mattucci, Amministratore Delegato di Nissan Italia. “La nostra gamma si è ampliata di recente con un’offerta elettrica anche per i veicoli commerciali. Stiamo investendo nell’intera filiera produttiva affinché le opportunità della mobilità a zero emissioni possano creare sinergie e efficienze con altre sfere di business, con aziende pubbliche e private. L’intero sistema paese può essere coinvolto in questa sfida sull’abbattimento dei costi e sul beneficio per l’impatto ambientale”.

 

Abbiamo sempre creduto – sostiene Loreno Bittarelli, Presidente di URI (Unione dei Radiotaxi d’Italia) e Cooperativa 3570 – nella tecnologia, nell’innovazione e nell’Eco mobilità, perché guardiamo al futuro. Siamo attenti alle nuove esigenze del Cliente, nel rispetto della sostenibilità ambientale e della qualità della vita, evolvendo di conseguenza la cultura e la professionalità del tassista”.

 

Sulla scia della strada intrapresa da Nissan per la mobilità elettrica nel mondo con i taxi elettrici da Lisbona, a Amsterdam, a Londra, a New York, a Città del Messico, a San Paolo e Kyoto, i Taxi LEAF sono pronti a integrarsi nel trasporto pubblico di Roma. Il taxi diventa più ecologico, economico e silenzioso nella capitale con accesso facilitato al centro storico. Il suo utilizzo migliorerà la qualità di vita e il risparmio dei tassisti romani di 3570 che percorrono complessivamente oltre 500.000 km al giorno per le strade della Capitale.

L’accordo prevede, inoltre, l’installazione di una colonnina di ricarica rapida Nissan presso il centro HUB della Compagnia Taxi 3570 all’aeroporto di Fiumicino in grado di ricaricare i veicoli in meno di 30 minuti da zero all’80%.

Di particolare interesse anche l’introduzione della prima unità mobile di ricarica rapida Taxi in Italia: 100 Kw di energia 124801_5_8da fonte rinnovabile a bordo di un Nissan NV400, in grado di ricaricare dal 30% all’80% in soli 15 minuti. L’unità sarà gestita dalla compagnia Radiotaxi 3570 in attesa di una dedicata rete urbana di ricarica rapida.

 

La leadership mondiale di Nissan nell’elettrico

Nissan, all’avanguardia nella ricerca e nella produzione di veicoli interamente elettrici e ad impatto ambientale zero, è tra i marchi nominati “Best Global Green Brands”.

In Italia e nel mondo, Nissan detiene la leadership nel mercato dei veicoli elettrici e la LEAF è il veicolo più venduto della storia dell’auto sin dalla sua introduzione nel mercato nel 2010. A livello globale, Nissan LEAF ha venduto oltre 135.000 unità e ha rappresentato nel 2013 una quota mercato delle vetture elettriche pari al 50%.

Ma non è solo LEAF a rappresentare l’eccellenza Nissan nel settore dei veicoli elettrici. A giugno 2014 Nissan ha lanciato il suo secondo veicolo 100% elettrico: il veicolo commerciale leggero e-NV200. Sia Nissan LEAF che e-NV200 sono già disponibili in versione taxi in città come Amsterdam, Barcellona, Lisbona, Londra, Città del Messico, New York, Thimpu in Bhutan etc.

 

IL RUOLO URI – Via col Verde

L’Unione Radiotaxi d’Italia è costituita da oltre 10.000 tassisti distribuiti in 43 tra le più importanti città.

3570 a Roma è la più grande Cooperativa Radiotaxi in Europa: con oltre 3.700 soci e 9 milioni di servizi taxi all’anno, da sempre si contraddistingue per gli investimenti fatti in innovazione e tecnologia.

Dal 2012 URI, credendo fermamente nello sviluppo della mobilità sostenibile, con il progetto “Via col Verde” ha investito ingenti risorse in studi, ricerche di mercato, sperimentazioni e formazione, finalizzati ad introdurre l’ Eco mobilità e i relativi sistemi e le reti di ricarica nel trasporto pubblico taxi.

124800_5_8Tali ricerche confermano che la tecnologia automobilistica supporta il servizio taxi e che i sistemi geo referenziali, adottati da anni da 3570 e da altre compagnie Radiotaxi di URI, permettono oggi di studiare e ottimizzare le percorrenze, i tempi di sosta e le aree di parcheggio per la corretta ubicazione della rete dedicata di ricarica rapida.

Il 26 settembre 2014 ha rappresentato la linea di demarcazione tra gli studi teorici e la pratica, il punto di partenza della prima sperimentazione italiana di taxi 100% elettrici in servizio a Roma, grazie alla collaborazione tra URI, Nissan e la compagnia Radiotaxi 3570.

 

Due gli obiettivi:

  • Sperimentare le Nissan LEAF, già operative in diverse città nel mondo nel servizio taxi, anche a Roma, una delle metropoli più complesse a livello europeo per estensione e orografia del territorio, distanza degli aeroporti e la congestione del traffico;
  • definire le linee guida per una smart grid efficace ed economicamente sostenibile di ricarica elettrica rapida nelle città italiane.

 

Partendo da Roma URI e 3570 hanno definito un modello matematico e geo referenziato per posizionare correttamente nella Capitale le colonnine di ricarica dedicate ai taxi.

Inoltre è stato realizzato, in collaborazione con FCS Mobility, specializzata nell’integrazione di sistemi per l’Eco mobilità, la prima unità mobile di ricarica rapida taxi. Dotata di 100 Kw di energia green, poiché a sua volta ricaricata con l’impianto fotovoltaico realizzato da 3570 nel 2012, prevede qualsiasi modalità di ricarica rapida e non (CHAdeMO, Combo2 e Modo3) ed è capace in soli 15 minuti di ripristinare la carica dal 30 all’80% di una Nissan LEAF.

1 COMMENT

  1. Vogliamo parlare della LEAF ? Per caricarla in garage di notte uno dovrebbe fare un contratto di allaccio trifase 380V 3.3 KW che costa in un anno più della benzina di un auto normale.
    La soluzione è nel mini-eolico a tulipano – siete d’accordo?
    Saluti da Dario Romani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here