Malta lancia il DemoEV Project: 24 auto elettriche e 100 colonnine di ricarica per testare la mobilità elettrica sull’isola

2
755
photo credit: padesig via photopin cc
photo credit: padesig via photopin cc

Anche Malta, recentemente alla ribalta per la crisi economica, da il via ad un progetto pilota per la mobilità a zero emissioni: sulla superficie della Repubblicare insulare, estesa 316 km quadrati, saranno installate 100 colonnine di ricarica per la ricarica di veicoli elettrici.

DemoEV, questo il nome dell’iniziativa, è passato alla fase operativa e vedrà svolgersi la prima tranche nelle otto settimane di ottobre e novembre: 24 auto elettriche arrivate a Malta a giugno saranno affidate a dei volontari selezionati perché ne facciano un uso privato come commerciale, mentre la rete di ricarica è sviluppata sulle due isole principali del Paese, Malta e Gozo.

Il Ministro dei Trasporti maltese Joe Mizzi ha annunciato l’avvio della sperimentazione, aperta anche ai dipendenti statali, ed il cui iter iniziò nel 2011 con l’assegnazione del finanziamento di 1.9 milioni di euro, parzialmente alla base della sua realizzazione, da parte dell’Unione Europea.

Lo stesso Mizzi si è fatto portavoce della mobilità pulita, adottando una berlina elettrica (una Renault Fluence Z.E.) ed annunciando che parteciperà attivamente al test dei veicoli.

Tra i Maltesi l’elettromobilità potrebbe godere di un certo favore: la sua convenienza d’esercizio va infatti incontro all’esigenza di contenere gli sprechi mentre alcune condizioni particolarmente favorevoli potrebbe giocare un ruolo positivo.

Malta, per via della posizione geografica e del clima, può sfruttare abbondantemente il fotovoltaico per produrre energia pulita ed i limiti di velocità (più bassi che in altri Paesi) ben si attagliano all’uso dell’elettrico per l’urban commuting.

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: Times Of Malta

 

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here