Taxi elettrici a New York: entro una settimana le prime Nissan Leaf

2
872
Nissan LEAF Taxi

Nissan LEAF TaxiSiamo in concomitanza con la Giornata della Terra, The Earth Day per dirla all’americana, ed il sindaco di New York Michael Bloomberg ha scelto proprio la data del 22 aprile per tenere la conferenza di presentazione del progetto pilotazero-emission taxi fleet”.

Al Rockefeller Center è stato ufficialmente annunciato l’inizio di una sperimentazione annuale che vedrà l’inserimento di auto elettriche all’interno della flotta di taxi della Grande Mela; le prime sei vetture, donate da Nissan, sono delle Leaf, modello di serie, pronte a prendere servizio non appena sarà terminata l’installazione dei punti di ricarica, sempre forniti dalla casa giapponese, in posizioni strategiche.

Le stazioni di ricarica sono del tipo rapido che permettono in 30 minuti di riavere l’80% dell’autonomia: considerando che in media un taxi newyorchese percorre tra i 110 ed i 160 km giornalieri e che l’autonomia dichiarata della Leaf è di 120 km per carica (senza tenere conto che nel traffico urbano l’andatura è ridotta ed i continui stop-and-go facilitano il recupero di energia tramite la frenata rigenerativa), probabilmente i tassisti americani non saranno costretti a ricorrere al rifornimento più di una volta al giorno.

Questo vuol dire che non perderanno corse perché costretti ai box e che comunque potranno contare su una rete strategica di assistenza: non a caso l’assessore della città di New York per le flotte di veicoli adibite al trasporto di persone David Yassky ha affermato “Vogliamo dimostrare che i conducenti possono adottare le nuove tecnologie nell’interesse dei propri affari”.

Lo stesso sindaco Bloomberg aveva pochi giorni addietro affermato che questo progetto pilota aiuterà le autorità, Nissan, i tassisti e la cittadinanza stessa a capire meglio come integrare le auto elettriche nei trasporti pubblici e con quali vantaggi.

New York vede già per le sue strade l’impiego di molti veicoli ibridati con l’elettricità: Nissan conta una certa affezione nei confronti delle sue Altima Hybrid e sta sviluppando il modello NV200 (anche elettrico) dalla versione commerciale a quella taxi dopo che è stato nominato dalla città americana “Taxi of Tomorrow”.

Altri operatori privati già si servono di auto 100% elettriche, anche se al momento costituiscono una minoranza: tra i tassisti del servizio newyorkese la preferenze per le Ford Escape ibride, specie dopo la disastrosa esperienza dell’uragano Sandy, è però dichiarata.

 

Andrea Lombardo

Fonte: Nissan EU, AutoblogGreen

 

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here