Volkswagen e General Motors esportano in Cina i modelli elettrici ed ibridi

1
495

La Cina è il mercato dal quale il mondo dell’auto si aspetta il miracolo, specie per il segmento dei veicoli elettrici: i colossi Volkswagen e General Motors affilano le armi iniziando la distribuzione dei propri modelli a basse emissioni nell’ex Celeste Impero.

Dalla Germania arriveranno al pubblico cinese tutti i modelli ibridi, ibridi plug-in e 100% elettrici del gruppo Volkswagen: ciò significa che saranno esportati modelli di tutte le fasce e di tutti i brand controllati.

Sul fronte ibrido Porsche porterà la Panamera S E-Hybrid, Volkswagen la sua “auto da un litro”, la XL1 ibrida plug-in, e Audi le Q5, A6 ed A8 ibride. Per quanto riguarda l’elettrico a batteria, è dato come modello in dirittura d’arrivo anche per il mercato asiatico la VW e-Up! mentre da Audi è attesa la A3 e-tron ibrida plug-in.

La gamma ibrida ed elettrica Volkswagen arriverà in Cina il prossimo anno, mentre dal 2016 la produzione locale per conto del marchio tedesco si focalizzerà su alcuni modelli con tecnologia ibrida.

Non stanno però a guardare nemmeno i concorrenti d’oltre oceano: General Motors ha infatti deciso di investire in quello che è diventato il suo primo mercato estero, vale a dire proprio la Cina.

L’attenzione è focalizzata sui modelli elettrificati in virtù della vocazione espressa negli ultimi anni dal mercato e dal governo cinese: GM ha anche indetto un “Electrification Workshop” di recente a Shanghai nel quale sono state presentate le vetture che arriveranno nel Paese.

Tramite il marchio Buick viene distribuita da questo mese la nuova versione della LaCrosse con tecnologia eAssist, aggiornata rispetto a quella che debuttò già in Cina nel 2011.

La Cadillac Escalade Hybrid farà la sua parte per gli ibridi (per l’appunto) e la Chevrolet commercializzerà l’elettrica extended range Volt.

General Motors poterà poi in Cina un modello elettrico concepito appositamente per quel mercato e chiamato Sail Springo EV, una citycar già vista sotto forma di prototipo nel 2010 che si propone con un’autonomia di 130 km e pari velocità massima oraria.

GM si aspetta molto dalla Cina, vista la crescita dell’11% registrata fra 2013 e 2012: sul mercato cinese gli Americani hanno venduto 200,000 veicoli in più che negli Stati Uniti.

 

 

Andrea Lombardo

Fonti: AutobloGreen, China Car Times

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here