Ricarica rapida CCS, l’Europa conta ora più di 500 stazioni

1
1860
CCS Map - screenshot from ccs-map.eu
CCS Map - screenshot from ccs-map.eu
CCS Map – screenshot from ccs-map.eu

Le installazioni relative alla rete di ricarica rapida CCS (Combined Charging System) per auto elettriche hanno registrato nel mese a cavallo tra Settembre ed Ottobre un’impennata: 100 nuove stazioni con questo standard hanno infatti portato la rete europea a sforare quota 500 unità.

La mappatura on line messa a disposizione da Mutwin Kraus e da noi già segnalata nei mesi scorsi, ha riportato infatti un netto velocizzarsi delle operazioni di sviluppo della rete dopo che, al 25 Settembre scorso, era stata raggiunta quota 400 colonnine.

Il CCS è lo standard di ricarica rapida scelto dall’industria automobilistica europea, in particolare tedesca, e supportato dalle linee guida europee per una crescita armonica della mobilità elettrica: analogo al SAE Combo statunitense, supporta sia ricarica AC che DC, a differenza del concorrente CHAdeMO, solo DC ma adottato in compenso da quella Nissan Leaf che è a tutti gli effetti l’auto elettrica più rodata e venduta al mondo.

L’incremento improvviso delle installazioni, concentrate nel centro e nord Europa, potrebbe leggersi come la sovrapposizione di più iniziative locali e private (come quelle annunciate dal governo federale tedesco e dalla Casa automobilistica Kia) ma anche come una rincorsa programmata verso le 1,300 stazioni CHAdeMO già presenti sul territorio europeo.

Comunque sia, lo standard CCS inizia a rendersi più tangibile che in passato e la sua presenza sui territori nazionali del Vecchio Continente andrà probabilmente di pari passo con l’aumento di modelli elettrici in vendita da parte delle aziende automobilistiche che l’hanno prescelto.

 

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: CCS-Map.eu

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here