Auto elettriche in Europa: l’Olanda è il paese apripista per la mobilità elettrica

0
411
photo credit: cosmo flash via photopin cc
photo credit: cosmo flash via photopin cc

Se si vuole capire dove stia andando e quali prospettive abbia il mercato delle auto elettriche in Europa, potrebbe essere utile tenere sotto controllo la situazione dei Paesi Bassi.

L’Olanda, come siamo abituati a chiamarli, appare come il caso di studio più completo che ci si possa offrire, con un’utenza di automobilisti elettrici che comincia ad essere considerevole.

Le vendite di auto elettriche nel paese dei tulipani hanno raggiunto le 7.410 unità nel 2012, numero di tutto rispetto rapportato alla popolazione di circa 17 milioni di abitanti della Nazione color arancio e analisi di mercato varie si aspettano una crescita delle vendite fino ad una soglia plausibile di 15-20.000 veicoli elettrici annui entro il 2015.

Ma cosa porta l’Olanda ad essere terreno tanto fertile per gli EV?

In primo luogo la mentalità della popolazione: i Paesi Bassi sono sempre stati molto attenti alle politiche ambientali ed energetiche e una larga fetta della sua cittadinanza da sempre predilige gli spostamenti in bicicletta.

Strategicamente parlando, le dimensioni ridotte della Nazione consentono un più rapido diffondersi delle innovazioni infrastrutturali ed incontrano il favore della gente: i punti di ricarica pubblici che in Italia sono merce rara e, quando ci sono, a volte sembra siano stati studiati appositamente per limitarne la fruibilità, in Olanda è normale vederli a bordo strada e sono spesso gratuiti.

Chiaramente, considerando i costi elevati, come in tutta Europa, dei carburanti, gli Olandesi si sono fatti due conti in tasca e stanno sempre più passando sul fronte delle energie alternative, anche per le scelte di mobilità.

Questo fa sì che il piccolo paese del nord Europa si ponga come banco di prova per la mobilità elettrica, precorrendo i tempi che altrove sembrano lontani con un’utenza che ha superato le iniziali diffidenze: non è casuale che Tesla Motors abbia piantato le proprie radici europee proprio nei Paesi Bassi.

Con buona pace dei verdi pascoli con mulino a vento annesso che da sempre rappresentano la terra dei tulipani.

 

[A.L.]

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here