Bugatti, un futuro ibrido per la Veyron

1
2048

Bugatti Veyron La rivoluzione elettrica iniziata all’interno del Gruppo Volkswagen è pronta a valicare il confine francese: sarebbe infatti pronta una versione ibrida della Bugatti Veyron, supercar biposto testa di serie del Marchio transalpino controllato dai tedeschi.

La scelta ha perfettamente senso se inserita all’interno di quel quadro di riduzione dei consumi imposto dalle normative che passa ormai quasi necessariamente dall’ibridazione con i motori elettrici.

Bugatti ha infatti la stessa necessità di altri grandi Marchi del lusso di continuare a giustificare, rendendola sostenibile, la produzione di vetture dalla smisurata potenza in un contesto economico ed industriale che si trova costretto a virare verso un taglio degli sprechi ed un miglioramento del proprio impatto ambientale.

La nuova Veyron sfrutterà pertanto le alte prestazioni della propulsione elettrica per continuare ad offrire al suo pubblico cavalli ed accelerazione in quantità, pur con un taglio delle emissioni di CO2 locali.

Se l’attuale modello endotermico, destinato ad uscire dalla produzione, vanta 1200 cavalli, indiscrezioni danno la versione ibrida a 1600 cavalli, grazie all’accoppiamento del 16 cilindri della Veyron attuale con un propulsore a zero emissioni. La velocità di punta dovrebbe quindi essere almeno eguale a quella dell’attuale versione Super Sport, vale a dire di 431 km/h.

L’arrivo di una Bugatti ibrida è stato rivelato da fonti interne al Gruppo VW, raccolte da Reuters: stando a quanto riportato, l’avvento di un powertrain ibrido-elettrico sarebbe caldeggiato dal nuovo boss del Marchio francese, quel Wolfgang Duerheimer già a capo di Audi e Porsche.

D’altronde, è ormai sotto gli occhi di tutti che il ricorso alla trazione elettrica sia particolarmente gradito dai brand specializzati nel lusso, dove il costo dei prodotti non rappresenta un ostacolo ma il mantenimento di certi livelli di prestazioni mal convive con la restrizione normativa degli ultimi anni (vedi la Ferrari LaFerrari, la McLaren LMP1 o la Porsche 918 Spyder).

La nuova Bugatti Veyron sarà i ogni caso uno sfizio per pochi: programmata a partire dal 2015 in appena 450 esemplari, non costerà meno della sua antesignana, di listino attestata a 1milione e 700mila euro.

 

 

Andrea Lombardo

Fonte: ElectricVehicleNews

 

 

 

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here