Ginevra 2014, ecco le novità elettriche all’84° salone internazionale dell’auto

2
712
aQUANT e-Sportlimousine - Credit: Salon de Geneve via salon-auto.ch
Kia Soul EV - Credit: Salon de Geneve via salon-auto.ch
Kia Soul EV – Credit: Salon de Geneve via salon-auto.ch

Ha aperto i battenti per la stampa ieri, dal 6 Marzo tutti potranno esplorarne i padiglioni: si tratta dell’84esima edizione del Salone Intenazionale dell’auto di Ginevra e, come tutti gli anni, andiamo a scoprire quanto c’è di “elettrico” fra i modelli in esposizione.

Dopo l’exploit del 2013, le auto elettriche quest’anno sono leggermente meno sotto i riflettori, sebbene le novità non manchino; allo stesso tempo, il fatto che presso la Hall 1, stand 1225, il salone ginevrino offra ai visitatori un Electric Show Drive Center dove BMW, Citroën, Nissan e Renault mettono le proprie e-car in prova, dimostra l’affermazione che la mobilità elettrica si è conquistata nel giro di due saloni (includendo anche il Motor Show di Francoforte di Settembre).

Quali auto vedere, allora? Ecco la carrellata, Marchio per Marchio.

 

BMW

Il brand BMWi è ormai una realtà: a Ginevra la Casa tedesca si presenta con la citycar i3, già sul mercato da alcuni mesi, e la sportiva i8 ibrida plug-in, sulla quale si concentrerà l’attenzione nell’immediato futuro. Dietro le quinte aspettano di vedere la luce il SUV X5 eDrive e la Serie 3 eDrive, versioni plug-in hybrid degli affermati modelli bavaresi.

 

smart

Daimler è in questo momento occupata più sulla Cina che non sull’Europa e smart, oltre alla conosciuta fortwo electric drive, presenterà lo sviluppo della fourjoy, ambizioso concept che nacque un anno fa con la trazione elettrica in testa.

 

Mercedes-Benz

Mentre debutterà a breve con il suo primo modello a zero emissioni per il mercato cinese, il Marchio con la stella porterà sotto ai riflettori la già presentata Classe S500 Plug-in Hybrid, primo sconfinamento di serie verso l’elettrico vero per la gamma alta di Mercedes, e la Classe B Electric Drive, presente in qualità di concept ai saloni degli ultimi due anni ed adesso finalmente pronta per il lancio.

 

Volkswagen

La Casa tedesca nel 2013 ha fatto fuoco e fiamme sull’elettrico: dopo la XL1 ha messo in commercio la e-Up!, la sua prima utilitaria senza tubo di scappamento, e lasciato intravedere la Twin-Up!, versione ibrida diesel-elettrica costruita sul medesimo pianale.

Adesso tocca alla e-Golf, il cui prezzo è stato annunciato in Febbraio, e alla Golf GTE, versioni rispettivamente solo elettrica ed ibrida con la spina del modello simbolo di Casa Volkswagen.

Fra i concept, il SUV CrossBlue PHEV farà probabilmente una nuova capatina a Ginevra.

 

Renault

Il Marchio francese quest’anno è concentrata sulla nuova Twingo: al recentissimo Delhi Auto Show ha mostrato un avveniristico (ed improbabile) concept che sposava guida elettrica a droni per il controllo in tempo reale del traffico ma la scena in Europa continuerà ad essere tutta per la ZOE. Magari, anche nella versione capace di guidarsi da sola.

 

Nissan

Andando per gruppi, dopo Renault viene l’alleata Nissan: la pioniera delle 4 ruote elettriche arriva a Ginevra forte del suo e-NV200, van commerciale leggero del tutto elettrico e finalmente nella versione definitiva. I dettagli completi sono appena stati svelati: farà bella mostra di sé al fianco della LEAF 2014 (in versione Autonomous Drive), pareggiando i conti con il rivale Kangoo Z.E.

Torna anche il BladeGlider, prototipo a metà strada fra LeMans ed il futuro dell’auto.

 

Citroen

In prova all’Electric Show Drive Center porta la sua citycar, la C-Zero, auto elettrica che appartiene ormai alla prima ondata delle zero emissioni ante 2011: le vere novità della Casa stanno nella gamma DS, dove le motorizzazioni Hybrid4 rispondono all’appello.

 

Peugeot

La compagine transalpina è concentrata sull’ibrido, anche se con meno clamore di altri Marchi: il puro elettrico è al momento relegato sotto al cofano della piccola iOn.

 

Porsche

Novità elettriche poche ma la tecnologia E Hybrid è ormai penetrata nella gamma con successo, come nei casi della Panamera S e della 918 Spyder. Si sa che arriverà un Cayenne ibrido plug-in ma forse per questo autosalone è ancora presto.

 

Kia

È dalla Corea del Sud che giunge una ventata di elettricità inaspettata: la Casa fa debuttare infatti la sua Soul EV, forse la principale novità, attesa in commercio entro l’anno, e la accompagna con una nuova Optima Hybrid dai motori rinnovati.

 

Toyota ed Honda

La parola d’ordine dei Giapponesi, per questo raggruppati, è Fuel Cells: elettrico sì ma solo se l’elettricità arriva dall’idrogeno. Toyota dovrebbe entrare a gamba tesa nel mercato automobilistico con la sua prima familiare ad idrogeno, la FCV-R, imitata a stretto giro da Honda, con la FCEV.

 

Hyundai

Anche qui, idrogeno, idrogeno e idrogeno: tra le prime a sviluppare le fuel cells sui veicoli passeggeri, la casa sud coreana arriva a Ginevra con un nuovo modello rispetto al già visto Tucson Fuel Cell: si tratta dell’Intrado Concept, aggressivo e pronto a farsi rispettare nel prossimo futuro. Non manca nemmeno l’ix35 Fuel Cell, altro asso nella manica del Marchio.

 

Land Rover

Dall’Inghilterra la storia del fuoristrada si coniuga con la moderna tecnologia ibrida, con il Range Rover diesel-elettrico.

 

Rinspeed

La fucina creativa con sede in Svizzera si lancia nel settore dell’autoguida e lo fa nel modo più fragoroso possibile: prende una Tesla Model S elettrica e la stravolge, trasformandone gli interni in ambiente multimediale e la tecnologia di guida in qualcosa che ricorda più da vicino l’aviazione che non l’automobilismo.

Torna anche il Micro MAX, pullmino elettrico ultraconnesso con il web già presentato allo scorso salone di Ginevra: la novità oggi sta nella trasmissione, fresca di sviluppo e sbandierata come “rivoluzionaria”.

 

Mitsubishi

Dal Giappone ancora concept ibridi plug-in: tornano GC-PHEV e XR-PHEV, ospiti ormai fisssi delle ultime vetrine internazionali.

 

Subaru

La novità è l’ultimo concept di casa, il Viziv 2, esempio più avanzato dell’avvicinamento del Marchio alla trazione ibrida elettrica, senza dimenticare la tradizione AWD.

 

Audi

Tornando in Germania, troviamo la A3 Sportback e-Tron, segno che per l’elettrico in casa Audi c’è speranza (dietro le quinte attendono la Sport Quattro PHEV e la R8 e-Tron).

 

Formula E

C’è spazio anche per le monoposto elettriche che correranno in Formula E: a portare la sua è il team ABT, in completa livrea rossa.

 

Cadillac

Dopo le rinunce all’elettrico in Europa da parte di Chevrolet con la Spark EV, arriva Cadillac: Ginevra vedrà infatti la ELR elettrica extended range che in America sta dividendo la piazza fra entusiasti e delusi.

 

Volvo

Dalla Scandinavia ecco una pletora di ibridi, fra i quali spicca il nuovo XC 90 PHEV assieme alla V60 PHEV già in commercio ed ai Concept Coupé ed il Concept XC Coupé.

 

Quant e-Sportlimousine

Rinasce il progetto Quant e lo fa con un’elettrica dall’autonomia strepitosa (oltre 300 km) grazie ad un powertrain basato su una flow battery.

 

 

Andrea Lombardo

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here